Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

L'anno di Mago Blob

L'anno di Mago Blobusa_questa-005.jpgrecluse_2002_roger_ballen.jpgusa_questa-006.jpgghezzifoto.jpgusa_questa-007.jpgghezzi_picture.jpgenrico-ghezzi_giornale_sentire.pngusa_questa-008.jpg
Utile, demenziale, tragico

di Corona Perer - I 25 anni della trasmissione di culto Blob, lo storico programma TV di Rai 3 ideato da Enrico Ghezzi e Marco Giusti nel 1989 sono stati festeggiati a Revine Lago (Treviso) dove si è svolta la 10^ edizione di Lago Film Fest, festival internazionale di cortometraggi, documentari e sceneggiature. Simona Bonaiuto e Fabio Masi, autori veterani del programma, hanno spento le candeline di una torta confezionata ad hoc.

Per festeggiare anche proiezioni di Hibris di Fabio Masi, il famigerato pedinatore della Mostra del Cinema di Venezia, e Blob '77, il film su fratture e incubi di un anno capitale per il nostro paese, mai apparso sugli schermi tv, e con un solo passaggio sullo schermo cinematografico nel 2007.

La festa ha soprattutto celebrato "lui": Mago Blob, al secolo Enrico Ghezzi, il quale in questi anni ha sezionato, smontato e rimontato la realtà per rivelarci che la realtà si legge per frammenti. Venticinque anni di errori, strafalcioni e non solo per ridicolizzare la tv ma per condurre un gioco intellettuale più sottile: riflettere sull'uso-abuso del mezzo televisivo. Se c'è ancora un intellettuale in tv, è lui. Con le sue scelte paradossali, con il suo inventare la tv, destrutturandola, ricostruendola, per ucciderla (e viverci sopra) ha compiuto una sistematica operazione duchampiana che merita profondo rispetto. E ci ha insegnato a guardare il peggio del...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Persone e idee

Persone e idee

Isgr.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg