Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Popoli

Gianni Rufini (Amnesty): ''I guai di Eni nel delta del Niger''

Gianni Rufini (Amnesty): ''I guai di Eni nel delta del Niger''usa_questa.jpgscaroni5.jpgSatellite_map_of_Nigeria_composite-756037.jpgSTS61C-42-72.jpgusa_questa_1.jpgdelta-del-niger.jpgIMG_4123.jpgpetrolio_nigeria_11.jpgniger.jpg
Le interviste di SENTIRE

"Nessun programma comune: i nostri fini sono differenti".Gianni Rufini direttore di Amnesty International Italia smentisce l'ad di Eni Scaroni. "Dice che abbiamo un piano congiunto cioè una collaborazione in atto: niente di più falso. Noi semmai stiamo monitorando Eni, non vorremmo mai essere parte dei loro piani" afferma il vertice di Amnesty che - da noi intervistato - spiega in dettaglio come sul Delta del Niger si sia compiuto un disastro ambientale le cui proporzioni devono ancora essere ancora del tutto. Non guasterà dimenticare che Chernobyl, Hazaribagn (Bangladesh) e il delta del fiume Niger (Nigeria) sono alcuni dei «dieci luoghi più inquinati nel mondo» secondo la classifica stilata dall’organizzazione ambientalista Green Cross Svizzera, in collaborazione con la statunitense Blacksmith Institute.
"Ci stiamo studiando il sito di Naoc, la società attraverso la quale Eni opera in Nigeria per capire se davvero si sia presa a cuore - come da noi richiesto - la sostenibilità ambientale di un'attività petrolifera altamente inquinante".
Ecco cosa ci ha detto Rufini al proposito.

Direttore Rufini sbaglio o di questa notizia l'Italia è pressochè ignara?
Purtroppo è passata inosservata, come sempre le cose internazionali non interessano e questo è...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Popoli

Popoli

copello_sentire.jpg colore_rosso.jpg banner_GIF_Sentire.gif DECENNALE.jpg