Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Viaggio nella Malta cristiana

Viaggio nella Malta cristianasantuario_di_Mellieha_7.jpgIMG_0343.jpgsantuario_di_Mellieha_9.jpgdida_giornale_sentire.jpgcroce_di_malta.jpgmessa_natale_9.jpgmessa_natale_5.jpgrabat_11.jpg
Viaggiare con SENTIRE

Descrivere l'oro che si vede alle pareti della Cattedrale di San Giovanni nella capitale o l'emozione che si può provare ad osservarlo in una messa di Natale, magari officiata dall'Arcivcescovo (che per l'isola è come un Papa), è pressochè impossibile. Le tracce del Cristianesimo a Malta sono forti, evidenti. Forti ed evidenti anhche le emozioni. I turisti restano estasiati appena entrano.

Lo stesso stupore che si prova ascoltando il Malti, la lingua degli isolani. Per chi vuole impararlo c'è uno scoglio ardito: la q. Infatti il suono più strano che si avverte nella loro lingua è simile alla "q" araba, un'occlusiva glottidale quasi silenziosa, molto difficile da riprodurre. Nell'isola ci sono numerose scuole di lingua che organizzano corsi di maltese per stranieri.  Si ritiene che il Malti derivi dalla lingua degli antichi fenici che arrivarono a Malta nel 750 a.C.L'influenza degli arabi, che risedettero nelle isole dal IX al XIII secolo, è riscontrabile nella lingua maltese le cui origini sono simili a quelle arabe.

Gli esempi più palesi dell'influenza araba sulla lingua sono i numeri e i toponimi. Tra tante culture e lingue che hanno toccato l'isola c'è però una lingua comune e comprensibile a tutti: ed è proprio quella della tradizione religiosa. Il cristianesimo ha quasi 2000 anni di storia a...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Viaggi

Viaggi

Isgr.jpg banner.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg banner.jpg DECENNALE.jpg logoViaggiareSicuri.jpg