Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Ambiente

K2014, spedizione sui cinque tesori della Grande Neve

K2014, spedizione sui cinque tesori della Grande Nevek2014_074.jpgk2014_071.jpgk2014_073.jpgk2014_029.jpgk2014_014.jpgk2014_079.jpgk2014_082.jpgk2014_083.jpg
Esplorazioni

Nove giorni di cammino dentro e fuori una gola vegetale difficile da documentare. La Spedizione K2014 sul Kanchenzonga (organizzata per i 150 anni del CAI) è stata ben più che “alpinismo” e ben oltre la performance sportiva.

In tibetano il Massiccio del Kanchenzonga (colossale ottomila con un imponente versante Sud) significa infatti “I Cinque Tesori della Grande Neve”. 

Per la prima volta il gruppo ha perlustrato terre dove non è stato mai messo piede umano, salito cime vertiginose e colli di oltre 6000 metri, mappato nuovi ghiacciai, documentato con foto e descrizioni l’inospitale e impenetrabile “foresta verticale”, caratterizzata da continui saliscendi, torrenti e gole da oltrepassare o aggirare.

Il team era formato dal capospedizione Alberto Peruffo del CAI sez. di Montecchio Maggiore (VI), Francesco Canale (Centro Addestramento Alpino Alta Montagna, AGAI originario di Tonezza), Cesar Rosales Chinchay (Guide Don Bosco Perù), Enrico Ferri (CAI sez. di Rieti), Davide Ferro (Gestore Rifugio Campogrosso), Anindya Mukherjee (Himalayan Club, India) e Andrea Tonin (CAI sez. di Valdagno).

«Nonostante l’inaccessibilità della Cresta Zemu da sud, abbiamo salito 7 cime vergini e raggiunto 7 colli d’alta quota, esplorando 3 ghiacciai, 2 dei quali integralmente, mai toccati da piede umano, attraversando una forest...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Ambiente

Ambiente

Isgr.jpg copello_sentire.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg