Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

La vita di Riccardo Schweizer

La vita di Riccardo Schweizer Dina_18.jpgdida_giornale_sentire-004.jpgRiccardo-Schweizer_imagelarge.jpg
2015: 90 anni dalla nascita

E' il 1950 - e in Francia - il suo anno magico: si trova a Vallauris in Costa Azzurra, dove conosce e frequenta Pablo Picasso, Marc Chagall, Fernand Léger, Jean Cocteau, Massimo Campigli e Le Corbusier.

Certo non lo avrebbe immaginato il giorno in cui da spiantato rapisce la sua musa e la sposa di primo mattino. Il pittore e scultore Riccardo Schweizer (nato a Mezzano, 31 agosto 1925), è stato anche un ottimo fotografo, designer e architetto. I suoi studi tecnico-artistici hanno inizio a Belluno e successivamente a Venezia presso l’Istituto d’Arte dei Carmini, diretto dal roveretano Giorgio Wenter Marini e dove insegna anche Carlo Scarpa.

Si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia, insegnandovi pittura dal 1954 al 1960 in qualità di assistente di Bruno Saetti. Vive in quegli anni in casa del pittore Vittorio Basaglia, che sarà in quel periodo lo stimolo e il paragone per la sua opera. Frequenta con molta assiduità gli ambienti dell’avanguardia culturale della città e ha modo di conoscere fra gli altri Luigi Nono, Bruno Maderna, Igor Stravinskij, Salvatore Quasimodo, Virgilio Guidi,  Peggy Guggenheim e Carmelo Zotti, che prenderà nel 1960 il suo posto all’Accademia.

Nel 1958, in occasione del decimo anniversario delle fondazione, il Museo Picasso di Antibes gli dedica un’importante mostra personale insieme all'amico a...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Persone e idee

Persone e idee

Isgr.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg