Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Attualitą

Polifemo, la lampada di design

Polifemo, la lampada di designPolifemo_Empty_3.jpgluciano_civettini_empty_giornale_sentire_3.jpgluciano_civettini_empty_giornale_sentire_4.jpgluciano_civettini_empty_giornale_sentire_8.jpgPolifemo_Empty_5.jpg
...che ha 200 anni

Ha design minimalista e porta un nome maschile potente: POLIFEMO. Tutto parte da una sezione di legno di noce nella quale l'architetto designer Elena Crosina di StudioClad - Laboratorio Design ha immaginato di estrarre una sfera. E' nata così la lampada più economica attualmente sul mercato: consuma 7 millesimi di euro se accesa per un giorno intero! Tutto grazie al suo motore a Led.

Con la sua forma sferica si ispira all'occhio mitico del gigante omerico, sconfitto dall'arguzia di Ulisse. Il debutto lo ha fatto a Milano dove la giuria di FUORISALONE 2015 l'ha scelta tra i molti prodotti design che hanno partecipato al bando per le novità di Design. E' stata quindi selezionata come progetto meritevole di essere esposto a "FSdesignHUB" svoltosi a metà aprile in occasione del Salone del Mobile e della Milano designweek 2015 patrocinata dal Comune di Milano.

Ad esporla per primo è stato lo spazio EMPTY, il CUBO DELLE IDEE di via Bezzi 34 a Rovereto, una sorta di "incubatore" per idee di artigianato ad alto valore aggiunto in design e innovazione.

La lampada è tanto piccola quanto intelligente: il motore è stato inserito al suo interno da Masetto Illuminazione snc di Rovereto che la distribuisce sul territorio nazionale. Nei giorni scorsi è stata presentata dagli ideatori (nella foto) durante un light-dinner-show alla presenza di diversi professionisti di architettura e design del Trentino.

Ma Polifemo non è solo una bella idea di design sostenibile. E' anche un'opera d'arte: una scultura di luce che ha preso forma in mani artigiane. Ogni sfera è infatti unica e ricavata - anzi "scolpita" - da tronchi di legno di noce o ulivo. Non esistono quindi due pezzi identici della stessa collezione e così questa lampada è anche preziosa e irripetibile.

Ogni pezzo ha almeno 200 anni perchè gli alberi di ulivo del Garda da cui proviene avevano almeno due secoli al momento del taglio. La piccola sfera scolpita a mano ha un motore a led che le consente di essere molto economica: consuma solo 7 millesimi di euro se accesa per 24 ore consecutive.

Grazie alle più avanzate tecnologie a led, POLIFEMO è in grado di produrre fasci di luce orientabili ed estremamente potenti, benchè siano molto economici. Disposta a terra sembra sospesa, ma è concepita per essere spostata ovunque e il suo filo in tessuto rosso richiama al nervo ottico.La lampada può avere varie misure (a partire dal diametro di 12/14 centimetri) e può essere personalizzata. Può anche essere predisposta come lampada da soffitto e anche in quel caso il suo getto di luce è etereo, discreto e naturale.

Le lampade di design Polifemo costano invece euro 290,00 l'una, sono pezzi unici e sono vendute e distribuite su tutto il territorio nazionale da Masetto Illuminazione via Negrelli, Rovereto.

POLIFEMO è stata celebrata da EMPTY anche con un evento artistico, una performance live con l'artista Luciano Civettini che ispirandosi a Diogene (il filosofo pazzo con la lanterna) ha dipinto in situ, nell'arco di tre ore, un orso buono e pacifico che, come Diogene porta (e cerca) la Luce.

 

< La serata-performance con il sindaco di Rovereto
accompagnato dalla vicesindaco di Rovereto
Cristina Azzolini, dall'assessore alla cultura Maurizio Tomazzoni
e dall'assessore al commercio Ivo Chiesa


 

Un evento tra mito, leggenda, arte e design che ha richiamato tanti curiosi e appassionati dell'arte, oltre che rappresentanti istituzionali: c'erano il sindaco di Rovereto Francesco Valduga accompagnato dalla sua vice Cristina Azzolini, l'assessore alla cultura Maurizio Tomazzoni, Ivo Chiesa (assessore al commercio) ed il Presidente dell'Associazione Artigiani Roberto De Laurentis.

L'operazione dell'artista trentino è stata quella di ricavare da una tavola tutta nera, precedentemente preparata, la luce. In tre ore di lavoro dalle 19,10 alle 22,25, momento in cui Luciano Civettini ha apposto firma e titolo dell'opera, in tanti si sono alternati attorno al cavalletto per osservare la genesi del lavoro realizzato con crete colorate, distribuite anche con le dita della mano.

In sostanza l'artista ha compiuto con la pittura ciò che con la scultura ha portato alla realizzazione di Polifemo. E così "alla luce" è venuto da un orizzonte infuocato un orso pacifico, un novello "Diogene" cercatore (ma anche portatore) di luce. L'opera finita tramanda sogno e stupore, dentro uno spazio onirico dove si cammina alla ricerca di "relazione".
L'evento ha voluto valorizzare la creatività locale (l'architetto, l'artigiano e l'artista sono di Rovereto), ed anche l'assoluta unicità dell'atto creativo. Così come unico e irripetibile è poterlo condividere con chi desidera vedere l'arte dal suo nascere.
L'idea di EMPTY è stata quindi ispirata dal concetto di “condivisione” tra arti, materiali e persone con una regola guida: ospitare solo il meglio e ciò che innova. Come Polifemo.
20 giugno 2015







LEGGI
> Polifemo la lampada scelta da Fuori Salone
> Empty, spazio per "cose" e "persone" di valore
> Luciano Civettini ispirato da Polifemo

Attualitą

Attualitą

colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif