Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Attualità

Lotta alla droga nella scuola

Lotta alla droga nella scuolaPolizia_scuola.jpgusa_questa-004.jpgstudenti-entrata-scuola_1.jpgantidroga_1.jpg
progetti drugs-free

In un momento in cui i fatti di cronaca ci invitano a non abbassare la guardia nei confronti dell’utilizzo di sostanze stupefacenti, grande interesse ha destato nel mondo della formazione la presentazione della seconda edizione del progetto “Libera la scuola 2.net”.

Promuovere interventi a carattere informativo ed educativo in ambito scolastico per favorire la promozione di stili di vita sani e responsabili. Queste, in sintesi, le finalità del progetto.

L’iniziativa nasce da una collaborazione tra la Provincia autonoma di Trento e il Dipartimento per le Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La proposta educativa, realizzata con successo nell’ultimo biennio negli istituti scolastici della Provincia di Trento, ha visto coinvolti quasi 1.500 studenti tra i 14 e i 18 anni.

Realizzata con il supporto tecnico dell’Associazione Educ@re di Pergine Valsugana, intende offrire ai giovani un messaggio culturale di rispetto e di attenzione nei confronti di se stessi e degli altri: sensibilizzazione sugli stili di vita a rischio, promozione della legalità, promozione della partecipazione giovanile e costituzione di un network "drugs free" sono gli obbiettivi specifici.

“La prosecuzione di questo progetto vuole dare continuità alle azioni già intraprese nel corso della sua prima edizione in cui sono stati coinvolti gli studenti tra i 14 e i 18 anni, gli insegnanti, le famiglie e gli esperti” afferma Roberto Ceccato, dirigente del Servizio infanzia e istruzione del primo grado della Provincia autonoma di Trento.

Alessandro Gallo, responsabile dell’Associazione Educ@re di Pergine Valsugana, partner operativo del progetto, evidenzia le novità che interesseranno la nuova edizione dell’iniziativa.

“Vogliamo costituire - ha detto- un network di scuole drugs free con la finalità di mettere in rete le buone pratiche e le esperienze. La costituzione del network è un primo passo verso una certificazione di scuola drugs free, certamente un elemento innovativo anche a livello europeo”.

Il Dipartimento per le Politiche Antidroga ha inserito il progetto nelle best practice, ma soprattutto ha deciso di rifinanziarlo facendosi carico dell’intero costo dell’iniziativa per un importo massimo di 50.000 euro.

www.giornalesentire.it

Attualità

Attualità

185x190.gif colore_rosso.jpg google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif