Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Malala, piccola grande donna

Malala, piccola grande donnamalala2.jpgMALALA.jpg
Che farą da grande?

“Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo”. Le parole di Malala Yousafzai che ha sfidato i talebani per il diritto all'istruzione, sono arrivate sui banchi degli studenti impegnati per gli esami di maturità nel 2015. Una bella scelta.

Malala Yousafzai aveva ritirato nell'ottobre 2014  ad Oslo il premio Nobel per la Pace 2014 che condivide insieme a Kailash Satyarthi attivista indiano per i diritti dei bambini. Nel 2013 era già stata candidata ma aveva ricevuto nell'emiciclo di Strasburgo dal presidente Martin Schulz il premio Sakharov, attribuito dal Parlamento Ue per la libertà di pensiero.

"Una sopravvissuta, un'eroina, una donna straordinaria", "icona globale" e "simbolo della lotta al fanatismo" aveva detto Schulz. Malala era seduta nel suo sari arancione. Lei sogna di diventare Premier del suo paese: per cambiarlo e assicurare istruzione a tutti, soprattutto alle donne. Ha vinto il premio Sacharov per la libertà di pensiero ed era anche tra i candidati più credibili al Premio Nobel per la Pace. Ma la strada per lei è ancora lunga e un giorno forse ci sarà anche quello.

"Certo se posso essere utile per il mio paese farò anche il primo ministro". Lo ha sottolineato lei stessa in occasione del ritiro del Nobel. "Voglio servire il mio paese e i...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Persone e idee

Persone e idee

Isgr.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg