Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Storia di un genocidio - di Marcello Flores

Storia di un genocidio - di Marcello Floresdida_giornale_sentire-002.jpgFONDAZIONE_CARITRO_00914A.jpgFONDAZIONE_CARITRO_00913A.jpgdida_giornale_sentire-003.jpgFONDAZIONE_CARITRO_00912A.jpgFONDAZIONE_CARITRO_00910A.jpgdida_giornale_sentire-004.jpgMostra-Armeni.jpg08-armeni-library.jpgarmenian.jpg
Genocidio Armeno

Il centenario del genocidio armeno ha visto, dopo anni di silenzi o di interesse parziale e attenzione selettiva, il coinvolgimento e la partecipazione di un numero enorme di persone, desiderose di conoscere, di capire, di avere gli strumenti per poter interpretare e giudicare una delle tragedie più orribili della contemporaneità, la prima distruzione di massa intenzionale di un popolo sviluppata sul continente europeo, nel contesto della prima guerra mondiale.

Malgrado continui da parte del governo e dello stato turco una politica di minimizzazione di quell’evento, derubricato a massacro di guerra analogo a quelli che coinvolsero i cittadini turchi, nella stessa società turca sono sempre più frequenti le voci di chi vuole capire il passato, di chi non accetta le censure del regime, di chi pretende che la storia non sia oggetto di verità di stato ma il libero terreno di ricerca, di studio, di discussione.

Quando il 24 maggio 1915 la dichiarazione congiunta di Francia, Gran Bretagna e Russia dichiara “crimini contro l’umanità” (per la prima volta) i massacri degli armeni, il genocidio  è iniziato esattamente da un mese, da quando a Costantinopoli (Istanbul) sono stati arrestati centinaia di dirigenti politici armeni, leader della comunità, intellettuali, commercianti, uomini d’affari, giornalisti, studenti, funzionari pubblici, che verranno nella m...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Persone e idee

Persone e idee

Isgr.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg