Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Scatti d'autore

L'Inghilterra scopre Margherita Vitagliano

L'Inghilterra scopre Margherita Vitaglianomargherita_vitagliano_sentire_4.jpgmargherita_vitagliano_sentire_5.jpgmargherita_vitagliano_sentire_3.jpgmargherita_vitagliano_6.jpgmargherita_vitagliano_3.jpgmargherita_vitagliano_sentire_2.jpg
Emozioni in fotografia

(di Corona Perer) - Oggi vive  a Timperley Village, vicino Manchester. Margherita Vitagliano, giovane talento italiano della fotografia ha fatto strada dai primi esordi nella sua Avellino. Siamo orgogliosi di averla scoperta, lanciata e promossa.

Infatti appena giunta in Inghilterra le è bastato partecipare ad un concorso  della Royal Photographic Society, per imporsi immediatamente. La prestigiosa istituzione venne fondata il 20 gennaio 1853 "al fine di promuovere l'Arte e la Scienza della Fotografia", e fu poi rinominata nel 1874 "Photographic Society of Great Britain". Con il beneplacito della Regina Vittoria nel1894 diventava "The Royal Photographic Society" e tutt'oggi è ancora uno dei più qualificati organismi mondiali per la promozione della grande fotografia.

Margherita Vitagliano vi è entrata inviando un'immagine di grande suggestione, piena di calore, storia, intensità che rimanda alla bellezza dell'esperienza, all'importanza degli affetti familiari e dei ricordi. Ed ora questa immagine è in mostra itinerante fino a giugno 2015 per tutta l'Inghilterra e la Cina insieme alle venti immagini che la prestigiosa e storica istituzione ha scelto.

Sempre in Gran Bretagna, Margherita Vitagliano ha avuto la soddisfazione di vedere pubblicata un'immagine sul National Geographic di settembre 2014. "In Inghilterra il primo ostacolo che ho incontrato è stata la lingua. Ora freguento il college due giorni a settimana per imparare l'inglese" racconta Margherita che ha vissuto l'arrivo in Gran Bretagna come una rivoluzione personale, ma pur capultata oltre Manica non si è affatto trasformata nello stile che permane caldo e intenso anche quando ruba dal balcone di casa l'immagine del vicino sulla finestra. Nessuna costruzione artificiale nelle sue immagini (e questa è la sua cifra stilistica), che nascono dalla rapidità di un'intuizione, dalla prontezza di uno scatto sempre pensato, mai casuale.

Che ritragga due mani o una corsa sull'erba, il mondo bambino o quello degli anziani, oppure l'incontro-scontro di due generazioni, Margherita Vitagliano è una donna allo specchio che ha fatto del suo obiettivo fotografico lo specchio del mondo. Con la fotografia parla, con la fotografia "si" guarda.

Nata a San Martino Valle Caudina (Avellino), classe 1977, predilige il mondo della ruralità e della famiglia. Con tatto ed eleganza, senza mai cedere al morboso e al retorico è in grado di raccontare la complessità della vita ed in particolare della condizione femminile. Studi artistici alle spalle (ha frequentato il liceo artistico di Avellino), ha partecipato a vari concorsi fotografici nazionali con lusinghieri risultati, selezionata anche tra i talenti del Circolo Culturale Bertolt Brecht di Milano. Le manca il calore della campagna assolata dei dintorni di Avellino che ancora pulsa nelle sue vene. "Il mio mondo e la fotografia l' ho lasciato in Italia, qui le relazioni con le persone sono molto difficili, a me piace parlare con le persone, progettare una foto, e fino ad ora non ne sono stata capace. Questo mi ha inizialmente bloccata".

L'abbiamo seguita fin dai suoi esordi e sostenuta. Giornale SENTIRE è la prima testata italiana ad aver creduto su questa giovane fotografa di Avellino. Con Cassa Rurale di Isera abbiamo promosso una mostra a Isera due anni fa. Ora che alcune sue foto sono state acquisite dal National Geographic ( > vedi qui)  siamo certi che ne sentiremo parlare ancora. Ma siamo orgogliosi di averne parlato per primi.

Malgrado si muova da soli 10 anni nel mondo della fotografia, raccoglie continue attestazioni perchè il suo è talento naturale.  Il Ministero per le Politiche Agricole l'ha premiata di recente per una fotografia sui "frutti della terra" che aveva fatto parte della selezione di foto presentate in Trentino. La rivista Focus per due volte l'ha segnalata tra i 10 migliori fotografi. Ma sue immagini sono state scelte anche dalla rivista "Nuntium" della Pontificia Università Lateranense per documentare testi legati al tema del lavoro. Dopo la mostra trentina del 2013 sono arrivati per lei numerosi riconoscimenti tra cui la scelta da parte di Telecom di utilizzare sue foto per le Pagine Gialle della Provincia di Benevento. Per un emergente una vetrina di assoluto pregio.

Cassa Rurale di Isera (che l'ha scelta per documentare il proprio bilancio sociale) l'ha ospitata cogliendo la bravura del fotografo che racconta, che sa guardare al domani con fiducia, invitando alla solidarietà, a saper dare il giusto rilievo agli affetti familiari ma anche l'importanza di dare protezione ai più deboli favorendo lo scambio dei saperi tra diverse generazioni.

Le immagini della serie "Domani" sono nove intensi ritratti in bianco e nero. "Sono autodidatta e ne vado fiera" dice Margherita.  Nelle sue immagini mette passione, calore, ascolto, sentimenti nobili che regalano nostalgia e propongono un mondo di sentimenti veri e profondi, proposti con estrema naturalezza e con il pudore proprio delle persone dotate di grande sensibilità.

Prossimi impegni di Margherita? Stare accanto ai suoi figli che vanno a scuola in divisa inglese ora, e magari qualche altro concorso. Nel regno di Sua Maestà si augurava di trovare uno spazio nel mondo della fotografia. L'ha trovato.
Corona Perer, maggio 2015



> "Sono autodidatta e ne vado fiera"
> Sogni digitali di Margherita Vitagliano
> Vita carceraria secondo Margherita Vitagliano

Scatti d'autore

Scatti d'autore

185x190.gif colore_rosso.jpg google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif banner_hotel.jpg