Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Arte e cultura

Adrian Tranquilli, Welcome to the Fall

Adrian Tranquilli, Welcome to the Fallbat_3.jpgAdrian_Tranquilli.jpg
Nuovo spazio: Platee Mart

Welcome to the Fall, arriva al Mart (dal 6 marzo al 30 marzo 2014) e porta la firma di  Adrian Tranquilli, artista che ha incentrato la sua ricerca sui principi, le conflittualità e la crisi della cultura occidentale.

Adrian Tranquilli, nato a Melbourne nel 1966, vive e lavora a Roma. Ha già esposto nei templi dell'arte di mezzo mondo (da Parigi a Madrid, da Roma alla Florida). Tra le sue recenti mostre personali: All is violent, all is bright, MACRO-Museo d’Arte Contemporanea Roma, Roma.

“In Excelsis” e “Don’t Forget the Joker”, inaugurano anche un nuovo spazio: le Platee del Mart. E' uno spazio che si snoda negli ambienti aperti del Museo: il mezzanino, il matroneo e i foyers dei diversi piani. Questa area è accessibile da chiunque senza l’acquisto del biglietto d’ingresso e ospiterà, a partire da questa mostra, importanti appuntamenti espositivi per tutto il 2014.

“In Excelsis” (2012-13), è composta da tre grandi sculture in vetroresina che rappresentano una figura maschile con indosso la maschera di Batman nell’atto di ascendere verso il cielo o sprofondare verso le tenebre. Un’immagine fortemente simbolica così come tutta la ricerca di Adrian Tranquilli. Sulla scorta di una formazione di taglio antropologico, l’artista insiste sulle raffigurazioni della cultura giudaico-cristiana e sulle strutture di relazione e potere.

In particolare l’artista rappresenta la figura di un eroe/salvatore travestito con la maschera e il mantello, un apparato iconografico proveniente dal mondo dei “supereroi” protagonisti dei fumetti. “Figure come quelle di Batman, Superman e Spider-Man, nate tra gli anni ‘40 e ‘60 del secolo scorso dall’immaginazione di alcuni emarginati ebrei emigrati negli Stati Uniti, hanno trasposto nell’immaginario collettivo, non solo occidentale, il dualismo biblico tra salvezza e sacrificio” spiega l’artista.

Nate da una ricerca fotografica, elaborate a carboncino e in seguito modellate come sculture barocche, i tre Batman di “In Excelsis” con le loro figure slanciate e a capo chino danno una sensazione di ritiro sacerdotale e – contemporaneamente – di vicinanza alla realtà.

“Don’t Forget the Joker” è un cortometraggio che Adrian Tranquilli ha affidato alla regia di Chiara Clemente, con Achille Bonito Oliva nel ruolo del “malefico” Joker.
Si tratta della trasposizione filmica di una graphic-novel realizzata da Tranquilli in collaborazione con alcuni tra i più affermati disegnatori italiani come Giuseppe Camuncoli, Gabriele Dell’Otto e Giuseppe Palumbo. Il cortometraggio punta sul contrasto tra Bene e Male esemplificato dal rapporto incrociato tra Batman e Joker, rielaborato alla luce della romanità barocca e del simbolismo di Eugenio Montale, che hanno ispirato la sceneggiatura di Fabrizio Plateroti.

Attraverso sequenze filmate e animate si snoda un racconto ermetico e frammentario, che metaforicamente rappresenta il gesto di “mischiare” le carte. Allo stesso metaforico tavolo da gioco vediamo contrapposti Achille Bonito Oliva e Adrian Tranquilli, il critico e l’artista, quindi, due antagonisti di una medesima partita senza i quali non esisterebbe il risultato stesso.

“Don’t Forget the Joker” (2009) è stato prodotto da Nomas Foundation, Roma ed Edibas, Torino.

Arte e cultura

Arte e cultura

DECENNALE.jpg banner.jpg colore_rosso.jpg apivita.jpg 1OS_5xmille_185x190.jpg