Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Arte e cultura

Metamorfosi, Colloqui tra forme e contenuti

Metamorfosi, Colloqui tra forme e contenuti tovazzi.jpgdolcezza.jpg
di Paola Cassinelli

La mostra "Metamorfosi - Colloqui  tra forme e contenuti" che il Mac,n di Monsummano Terme inaugura l'8 marzo 2014, raccoglie il lavoro di quattro artisti trentini che hanno accettato l’invito di portare le loro opere a Villa Renatico Martini.

Gabriella Bais, Gigi Giovanazzi, Marcello Pola e Stefano Tovazzi oltre ad un’esposizione che presenta i loro particolari lavori, eseguiti con tecniche e materiali differenti, sperimentano un inedito colloquio tra la struttura architettonica che li accoglie, e per la quale hanno scelto e predisposto istallazioni singolari e mirate, e alcune sculture e bassorilievi della collezione Il Renatico.

Quattro artisti che mostrano -  attraverso l’uso di una notevole e differenziata perizia tecnica -  la loro evoluzione artistica, che non sempre si è trasformata seguendo la cronologia del tempo, ma che piuttosto è mutata a causa degli imprevedibili eventi che hanno condizionato le loro vite e le loro ricerche personali e professionali, una particolare attenzione ai cambiamenti che da loro vengono indagati a trecentosessanta gradi.

Metamorfosi è infatti un vocabolo che, nonostante il significato etimologico, ha assunto nel corso degli anni, anche grazie alla nascita della psicanalisi, aspetti interessanti e particolarmente stimolanti per gli artisti che hanno scavato e ricercato nella profondità del termine, fino a recuperane tematiche che coinvolgono per la particolare carica fantastica e la capacità di affascinare l’osservatore.

Le singole personalità artistiche si sono cimentate nel descrivere attraverso le loro opere e per mezzo delle tecniche utilizzate quello che effettivamente rappresenta per loro una trasformazione e mentre possiamo notare in tutto il lavoro di Gabriella Bais questa ricerca e passaggio tra il mondo maschile e quello femminile, nei quali si riconosce, viviamo grazie alle opere di Marcello Pola un cambiamento fisico della figura umana che viene rappresentata con le sue forme essenziali e sintetiche nelle quali i racconti volano senza freni.

Per Gigi Giovanazzi la sua incessante curiosità verso il mondo che lo circonda lo porta a cercare le variazioni in ogni tema che tratta come dimostra il grande Angelo che si confronta con la sua stessa Sindone, mentre Stefano Tovazzi trascrive i piccoli e grandi cambiamenti che catturano la sua attenzione anche nel corso di una sola giornata, come mostrano le sue fotografie sulle facciate delle case o lungo le strade della città, che mutano aspetto col mutare delle luci e delle ombre, che spesso inserisce nei preziosi calendari che sono diventati i suoi biglietti da visita.   




Metamorfosi. Colloqui  tra forme e contenuti
Gabriella Bais, Gigi Giovanazzi, Marcello Pola e Stefano Tovazzi
Mac,n  - Monsummano Terme
8 marzo - 2 giugno 2014

Arte e cultura

Arte e cultura

colore_rosso.jpg google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif