Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Arte e cultura

Silvia Dayan, MiraMe

Silvia Dayan, MiraMe dayan_barbi_4.jpgdayan_barbi_2.jpgdida-002.jpgmirame.jpg
di Francesca Barbi Marinetti

Il corpo ha una sua antica saggezza, un suo profondo e misterioso messaggio, una potenzialità di magnetismo e seduzione ancora inesplorata. Il corpo comunica e comprende, al di là delle parole. Ha una memoria oltre-coscienza. L’effimero e il pregnante, il mutevole e l’indissolubile, emergono con prepotenza e seduzione nella galleria di ritratti di Donne di Silvia Dayan, perno centrale da cui si evolve la sua ricerca pittorica.

Non sono né Muse né modelle né ideali di beltà.  È il corpo che domanda d’essere guardato, ascoltato, raccontato perché gli si riconosca, con costanza assidua e sofisticata persuasione, il proprio canto. MiraMe! Riconosci che possiedo Arte e Pensiero, viatici di un viaggio introspettivo e di conoscenza ancora da esplorare. È verosimile che saranno proprio le donne le sacerdotesse di tale percorso, così vicine per cultura e natura, alla vita e alla morte.

Silvia Dayan, nata a Buenos Aires, classe 1946, da oltre venticinque anni nel nostro Paese, vive tra Argentina, Italia e Israele. Ha figli e radici in quattro continenti ma il cuore profondamente e diversamente presente in ognuno di questi luoghi.
Lei non ti parlerà della sua pittura: come spesso molti artisti è refrattaria ad offrire spiegazioni verbali. Ma ascolta emozionata ciò che negli altri la sua pittura riesce ad evocar...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Arte e cultura

Arte e cultura

Isgr.jpg colore_rosso.jpg OS_5xmille_185x190.gif DECENNALE.jpg