Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Alpine Pearls, pedala e gusta

Alpine Pearls, pedala e gustaPasseggiata_Mountain_Bike_6.jpgPasseggiata_Mountain_Bike_10-001.jpgPasseggiata_Mountain_Bike_7.jpgPasseggiata_Mountain_Bike_2.jpg
sostenibilitą a pedali

(Racines, 25 giugno 2014 - C.Perer) - La mobilità dolce (senza auto, col treno, pedalando o usando mezzi assolutamente green) è la scelta vincente anche nelle Alpi. Chi volesse organizzarsi le ferie per i prossimi anni andando a colpo sicuro può farlo e mettersi a posto per i prossimi...30 anni. Come?

Basta visitare una alla volta ogni anno, le 29 località riunite nelle Alpine Pearls,  il network e il marchio che raccoglie 29 tra le più belle località turistiche dell’arco alpino di Italia, Germania, Francia, Austria, Svizzera e Slovenia, impegnate a promuovere vacanze sostenibili, all’insegna della mobilità dolce. Un'esperienza pilota in questo senso è quella che sta tentando Paolo Pinzuti, amante della bicicletta e blogger di bikeitalia.it, desideroso di testare la mobilità dolce.

Sta pedalando attraverso 10 delle 29 Perle delle Alpi (dislocate tra Italia, Slovenia, Austria, Francia e Svizzera) attraversando 4 diversi paesi alpini per 18 giorni consecutivi coprendo una distanza di 1000 km, da Bad Reichenhall in Germania a Interlaken in Svizzera passando per l’Austria e l’Italia. Un’iniziativa tesa a dimostrare che è possibile trascorrere una vacanza in montagna a contatto con la natura fragile e incontaminata delle Alpi senza l’uso dell’automobile.

"Ho scoperto le Alpine Pearls e a loro dedicherò i primi 20 giorni dei mondiali di calcio, pedalando da Bad Reichenhall in Germania fino a Interlaken in Svizzera, passando per la ciclovia dell’Alpe Adria e la via Augusta, attraversando le Dolomiti e i confini di 4 paesi, il tutto per un totale di mille km tondi tondi» afferma Paolo che porterà con sè anche la moglie.

Il rispetto delle risorse naturali, ma anche delle tradizioni e della regionalità, sono elementi chiave per le località Alpine Pearls. Racines, in Alto Adige, è una di queste.

Qui, a pochi chilometri da Vipiteno, in una tra le valli più suggestive del Sud-Tirolo, bici e MTB elettriche sono ormai una tradizione. Lo abbiamo sperimentato anche noi visitando questa "perla" incastonata in un magnifico contesto di pascoli a fondovalle e di vette dolomitiche all'orizzonte.

Weiner ( < nella foto) il nostro biker-guida, oltre che essere dotato di una formidabile simpatia ed un'altrettanto formidabile pazienza e professionalità, ci ha guidato da Mittertal a Ridanna, passando per Mareta con il suo magnifico astello di Wolfsthurn con la sua appassionante esposizione su caccia e pesca, attraverso boschi e torrenti dove il disgelo dei ghiacci in atto, dà vita a fiumi di acqua grigio argentea che scorrono impetuosi verso valle.

Chi ama le passeggiate e il trekking, chi adora scalare le montagne e chi il dolce far niente, trova nella Perla di Racines il luogo ideale per le proprie vacanze con interessanti escursioni alle miniere a Ridanna Monteneve.

Fare una sosta regalerà sorprese. A Racines il mangiar bene è di casa e l’offerta gastronomica accontenta anche i palati più esigenti  tra tradizione e innovazione, cucina regionale e internazionale usando gli ingredienti tipici prodotti in loco

Muoversi nel pieno rispetto della natura non è un problema. Certo, con una e-bike, tutto può sembrare più facile ma i nostri 50 chilometri - tra andata e ritorno - hanno dimostrato che chiunque può concedersi questo piacere, assaggiando salite ritenute impossibili qaundo si sfreccia in auto, ed invece sono occasioni per vivere il sentiero, il bosco, la natura in un modo diverso e alternativo.

Un consiglio pratico e utile per tutti? Acquistare la card che dà diritto ad usufruire di tanti servizi: dalla mountain bike elettrica professionale, ai trasferimenti interni. La Mobilcard Alto Adige (disponibile nelle versioni da 1/3/7 giorni (al costo di 15/23/28 euro)  consente di usufruire senza limiti di tutti i mezzi di trasporto pubblico della regione. Se alla natura si vuol abbinare anche la cultura, con la Museummobil Card, oltre a poter utilizzare per 3 o 7 giorni tutti gli autobus e treni dell'Alto Adige, c'è libero accesso a ben 80 musei della regione.

E se non avete portato con voi gli scarponi o l'attrezzatura giusta, nessun problema: con la card si noleggiano anche quelli. Accessori nuovi e all'avanguardia, perchè il turista sostenibile qui, viene trattato con i guanti bianchi: aiuta il territorio a rimanere quello che era prima del suo arrivo.

Raggiungere Racines è semplice: con il treno si arriva alla stazione di Vipiteno e da qui si prosegue in autobus o con un servizio taxi fino alle strutture di soggiorno. In estate è attivo un servizio di taxi a chiamata che permette di raggiungere tutti i punti di partenza per le tue escursioni e alla sera passa a riprendere il turista per per riportarlo in albergo. E' la sostenibilità ambientale, la vera sfida del turismo avanzato.
 

INFO Associazione Turistica Racines Casateia
Via Giovo 1 Racines/Alto Adige
www.racines.info
info@ratschings.info

Viaggi

Viaggi

banner.jpg 185x190.gif colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg viaggio_2.jpg banner_hotel.jpg logoViaggiareSicuri.jpg