Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Scatti d'autore

Boemia mia

Boemia miaboemia1.jpgboemia2.jpgboemia3-001.jpg
Il tour prosegue

Tredicesima inaugurazione per la mostra fotografica ceco-italiana "Boemia mia", il prossimo 7 novembre alle 18 nella Sala delle Mostre della biblioteca municipale di Hradec Kralove (Castello della Regina), una delle città fra le più antiche e grandi della Repubblica Ceca.

La prima edizione della mostra, che racconta attraverso 150 immagini la vita quotidiana dei profughi ledrensi in terra boema durante la Grande Guerra, si è tenuta nella primavera del 2012 a Praga presso l'Istituto di Cultura italiano. "Boemia mia" nel corso del 2012 è stata quindi esposta in dodici città della Boemia Occidentale, arricchendosi via via di materiale e di nuove testimonianze.

Ora la tappa è in Boemia Orientale, dal 7 al 28 novembre: accanto alle immagini già esposte vi saranno anche alcune fotografie dedicate ai profughi di Marco in Vallagarina. E nella primavera 2013 sono già previste nuove tappe fra cui l'esposizione nella città di Blansko in Moravia.

Il legame fra la comunità di Ledro e i paesi della Boemia ha origini profonde, che risalgono al primo conflitto mondiale quando, con la dichiarazione di guerra dell’Italia all’Austria-Ungheria nel maggio 1915, i paesi ledrensi furono fatti evacuare precipitosamente e la popolazione trentina trovò rifugio in Austria, Boemia e Moravia.

Qui i profughi ledrensi rimasero per quasi quattro anni, fino al gennaio del 1919. Dopo un’iniziale diffidenza, nacque con la popolazione boema un’amicizia profonda, fatta di una fittissima corrispondenza fra le famiglie. Nel 2007 i primi contatti ufficiali culminati nel 2008 con il gemellaggio tra gli ex comuni della valle e otto comuni boemi.

Nel 2009 furono addirittura 500 i ledrensi che si recarono in Repubblica Ceca per l’inaugurazione, presso il santuario di Svatá Hora, del monumento a ricordo degli oltre 400 profughi morti in Boemia durante la Grande Guerra.

"Boemia mia" presenta la guerra da un punto di vista diverso, racconta infatti la vita quotidiana dei profughi in terra boema, la loro vita tra i campi, mostra i destini di donne, anziani e bambini, sia di quelli che dovettero lasciare le proprie case, sia di quelli che li accolsero.

Le fotografie e i documenti provengono infatti sia dalla popolazione della val di Ledro, sia da archivi e collezioni boeme.

L'inaugurazione si terrà il prossimo 7 novembre alle 18 nella Sala delle Mostre della Biblioteca municipale della cittadina ceca di Hradec Kralove, la cerimonia sarà accompagnata dalle musiche del quintetto dell'orchestra della Guardia del Castello di Praga.

L'iniziativa - organizzata dal Comune di Ledro, dal Comitato storico "Ludwig Riccabona", dalle associazioni boeme "Amici di Ledro" e "Amici d’Italia" - vede il patrocinio della Provincia autonoma di Trento, della presidenza della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica Ceca, della Regione della Boemia Orientale, della Keller family foundation, dell'Istituto culturale italiano di Praga, nonché del sindaco della città di Hradec Kralove e del governatore della Regione di Pardubice che parteciperanno all'inaugurazione.

Scatti d'autore

Scatti d'autore

colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif banner_hotel.jpg