Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Scienza e ricerca

Muse, importante studio sui dinosauri

Muse, importante studio sui dinosauriMassimo_Bernardi_con_uno_dei_campioni_oggetto_dello_studio.jpgdida-new1.jpgUn_arcosauriforme_del_periodo_Permiano_disegno_di_Davide_Bonadonna_.jpg
Studio su Plos One

I nonni dei dinosauri superarono la più grande estinzione dei massa di tutti i tempi. Come? Lo spiega uno studio del MUSE Museo delle Scienze di Trento, coadiuvato dall’Università di Birmingham (UK) e del Saurierwelt Paläontologisches Museum di Neumarkt (Germania), svela come poco prima della comparsa dei dinosauri, i rettili arcosauri dai quali sarebbero discesi assieme a coccodrilli e uccelli, furono in grado di superare la più grande catastrofe biologica di tutti i tempi: l’estinzione di fine Permiano, avvenuta circa 250 milioni di anni fa.

Grazie all’analisi di campioni fossili di scheletri, denti e tracce fossili rinvenuti in tutto il mondo, un team di ricerca guidato da Massimo Bernardi e Fabio Massimo Petti, paleontologi del MUSE – Museo delle Scienze di Trento, è riuscito a far luce sulla più profonda storia evolutiva di questo gruppo di rettili.

Lo studio, che è stato pubblicato sulla rivista internazionale “PLOS ONE”, mostra come prima della grande estinzione di massa i rettili arcosauri fossero molto più diversificati rispetto a quanto noto sino a ieri. Nelle rocce affioranti nella regione dolomitica, e in particolare nell’area del celebre sito paleontologico del Geoparc Bletterbach, in Alto Adige, sono state infatti scoperte una serie di tracce fossili che, analizzate assieme a resti scheletrici recentemente rinvenuti in Germania, Tanzania e ...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Scienza e ricerca

Scienza e ricerca

Isgr.jpg colore_rosso.jpg OS_5xmille_185x190.gif DECENNALE.jpg