Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Attualità

Trentino Art Academy

Trentino Art Academy1-tnaa_9.jpg1-tnaa_6.jpg1-graphic.jpg
Studiare le arti

E' nata una nuova scuola. Di più: un' Accademia di Belle Arti, la prima del Trentino. Quando avrà completato l'iter per il riconoscimento ufficiale (peraltro già avviato) il titolo di studio sarà equipollente ad una laurea breve del nuovo ordinamento.

Si chiama Trentino Art Academy ed è stata costituita il 2 luglio scorso in forma di cooperativa. Prevede di iniziare il nuovo Anno Accademico con un metodo innovativo, docenti di esperienza e percorsi multimediali.

"Non sforneremo artisti, ma professionisti dell'arte e della cultura" ha precisato il Presidente prof. Silvio Cattani. "Pensiamo di colmare un vuoto e ci aspettiamo studenti provenienti da qualsiasi percorso scolastico, non necessariamente artistico".

Potenzialmente ci sono almeno 250 gli studenti trentini che frequentano oggi scuole superiori ad inidirizzo artistico-umanistico. Dunque il bacino e le potenzialità esistono. A fare la differenza nel panorama formativo esistente è il carnet di discipline previste dal corso di studi: design, graphic design-multimedia, fotografia e fashion design.

L'obiettivo della prima “Accademia di Belle Arti” in Trentino, hanno detto i promotori presentandosi ufficialmente alla stampa, è anche quello di diventare un collettore, una “fucina di idee” che si confronta con le istituzioni sul territorio come Mart, Muse, Film Commission, e anche fuori dal Trentino. Contatti sono già stati avviati con altre Accademie italiane e con la Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera e la Fachhochschule di Berlino.

Silvio Cattani, già preside per trent’anni dell’Istituto delle Arti di Trento e Rovereto sottolinea che gli indirizzi di studio progettati hanno sicuramente una componente di creatività, ma preparano anche a concrete professioni molto richieste dal mercato del lavoro.

“La sede dei corsi sarà a Trento, inizialmente in via Solteri presso la Seac. La struttura è pronta per accogliere gli studenti. Contiamo di partire a novembre”, ha aggiunto l’arch. Roberto Bortolotti, uno dei soci fondatori che cura la parte logistica.

“Investire in conoscenza è uno degli obiettivi più alti della cooperazione – ha affermato il direttore della Federazione Trentina della Cooperazione Carlo Dellasega – e siamo certi che questa nuova cooperativa saprà motivare i giovani con idee ed entusiasmo e fornire loro utili strumenti per affrontare il difficile mercato del lavoro”.

La retta sarà attorno ai 3500 euro. "Cercheremo però di far sì che il sistema delle Casse Rurali aiuti gli studenti anche ad avere i necessari strumenti di studio" ha sottolineato Cattani che ha aggiunto di voler in prospettiva attivare anche sessioni online per l'insegnamento a distanza. L’attività didattica dell’Accademia si basa su piani di studio ministeriali per il  conseguimento del Diploma Accademico di Primo Livello nell’ambito del Dipartimento di Progettazione e Arti Applicate.

Grazie a docenti titolati ed esperti di chiara fama (un occhio particolare sarà dato alle competenze già espresse localmente) si farà anche formazione, aggiornamento, promozione di eventi per consentire agli studenti di avere la visione più ampia possibile. Per questo accanto alle tradizionali lezioni ci saranno “case history" con la partecipazione di testimonials. Per fare anche scuola di esperienza.
(C.Perer - 18 aprile 2014)



 

Attualità

Attualità

185x190.gif colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg google_1.png photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif