Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Ambiente

Comunicare un Parco: in Austria si fa così...

Comunicare un Parco: in Austria si fa così... Museo_del_Parco_3.jpgMuseo_del_Parco_4.jpgMuseo_del_Parco_2.jpgMuseo_del_Parco_11.jpgMuseo_del_Parco_7.jpgMuseo_del_Parco_5.jpg
didattica ambientale

Mittersill (Austria) - Comunicare un Parco: non è facile, ma di soluzioni assolutamente innovative non mancano. In Austria è possibile entrare nell'eco-sistema di un intero parco, osservarne anche i periodici cataclismi che possono accadere tra le nevi perenni ad oltre 3000 metri di altitudine, conoscere gli abitanti silenziosi: la marmotta come l'aquila. Tutto questo richiederebbe anni e anni di cammino e gambe esperte che i più non hanno.

Uno sforzo che si può agevolmente superare in ...due ore nel piccolo-grande museo che a Mittersill consente di visitare l'intero parco attraverso installazioni interattive, filmati mozzafiato in 3D.

Per andare al National Park Welten di Mittersill si fa la fila. L'esperienza che viene garantita è quella di entrare nel parco e di visitarlo a 360 gradi. Attraverso 8 stazioni di esperienze interattive, si possono scoprire i segreti dell'area protetta più estesa delle Alpi e delle specie che vi abitano.

E' proprio così. Nei suoi 1800 metri quadri espositivi racchiusi dentro una struttura di architettura molto lineare che fa subito pensare ad un'arca di Noè, le vette più alte d'Austria possono essere toccate con mano.

E' l'enorme plastico dei suoi  due principali ghiacciai Grossglockner ed il  Gloss Venediger ad accogliere i visitatori, i monitor ad ogni lato  del “mezzanino” glaciale consentono al visitatore di sorvolare come un'aquila solitaria quei picchi e quelle straordinarie vette.

Ben 24 video consentono invece un volo panoramico attraverso le valli ed un'intera stanza è dedicata all'ingresso del singolo nell'ecosistema: tre video diversi si alternano su 3 delle 4 pareti consentendo una full immersion tra nevi, ruscelli, e anche tra le manifestazioni più disastrose di madre natura come le valanghe.

Molto frequentato lo spazio con proiezioni a 360° del Parco Nazionale. Il  padiglione 360-Panoramic World riproduce gli angoli più suggestivi di questo ambiente vastissimo e incontaminato.

La fauna di fiumi e laghi, pascoli e alture, cieli e caverne ghiacciate è a portata di mano dentro un museo-esperienza dove l'ultima trovata ad effetto è il monolite di ghiaccio autentico che consente di toccare con mano quale è la pelle del parco.

L'ingresso per adulti è di 8,50 euro, i bambini non pagano fino a 5 anni, mentre fino ai 14 anni il loro ticket è di 4 euro.

Da notare che con la  Wildkogel Card valida tutta la durata del soggiorno (giornate di arrivo e partenza comprese), chiunque soggiorni almeno una notte in una delle oltre 60 strutture ricettive aderenti gode di molte prestazioni. Ad esempio si entra free nel Museo del Parco. La carta consente inoltre di utilizzare gratuitamente l'autobus e il trenino tra Krimml e Zell am See e Uttendorf - Enzingerboden.

Ed è molto bello vedere che nelle due ore in cui abbiamo visitato il museo le code non si sono affatto esaurite e l'afflusso è stato costante. La sensazione? Di trovarsi dentro il più bello degli spettacoli: quello della Natura.

(C.Perer) - www.giornalesentire.it


info: www.nationalparkzentrum.at

 

 

 






 

< sopra: il ghiacciaio da toccare, a fianco l'ecosistema del fiume
e sotto i monitor che descrivono ogni versante del parco
(foto: C.Perer) - riproduzione riservata

 

Ambiente

Ambiente

185x190.gif colore_rosso.jpg google_1.png banner_hotel.jpg