Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Popoli

La rinascita di Nicosia

La rinascita di Nicosiatarga_nicosia_giornale_sentire.jpgDSC_0071.jpgnicosia_citt_46.jpgnicosia_citt_17.jpgGreen_Line_checkpoint.jpgnicosia_citt_2.jpg
atelier, laboratori, artisti...

E' l'ultima capitale europea attraversata da un muro. Anche se a tratti il "muro" appare impalpabile (del filo spinato oppure dei bidoni nei colori bianco azzurri dell'Onu, posti uno sopra l'altro), la divisione c'è e la ferita fa male, ma Nicosia appare esteriormente come una città europea normale e serena.

Una targa, rigorosamente in territorio greco altrimenti non potrebbe starci, ricorda in Ledra Street che  Lefkosia  (nome originale di quella che noi chiamiamo Nicosia) è l'ultima capitale europea ancora divisa da un muro: da una parte i greci dall'altra i turchi. Un tempo coabitavano serenamente poi c'è stata la zampata turca.  Al di sotto della targa c'è un piccolo prefabbricato, posto nella fascia equivalente alla terra di nessuno, che fa intuire la presenza discreta della polizia, il vero check-point è più avanti.

Dopo l'invasione turca del 1974 con l'auto-proclamata Repubblica Turca di Cipro Nord, la linea di demarcazione tra le due zone è comunemente chiamata Green Line: è una terra di nessuno - tra le linee militari greco-cipriote e turco-cipriote - pattugliata dalla missione UNFICYP delle Nazioni Unite che ha il suo quartier generale nel Ledra Palace, un tempo il miglior albergo della città ed ora checkpoint.

< foto: check-point di...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Popoli

Popoli

copello_sentire.jpg colore_rosso.jpg banner_GIF_Sentire.gif DECENNALE.jpg