Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Popoli

Quattro anni dopo, Francesco potrebbe fare lo stesso discorso

Quattro anni dopo, Francesco potrebbe fare lo stesso discorso1-papa_lampedusa_2.jpg1-papa_lampedusa_7-001.jpg1-papa_lampedusa_5.jpg1-papa_lampedusa_11.jpgnaufraghi.jpgMediterranian_Sea_-001.jpg
Parole che scuotono

“Immigrati morti in mare, da quelle barche che invece di essere una via di speranza sono state una via di morte. Così il titolo nei giornali. Quando alcune settimane fa ho appreso questa notizia, che purtroppo tante volte si è ripetuta, il pensiero vi è tornato continuamente come una spina nel cuore che porta sofferenza. E allora ho sentito che dovevo venire qui oggi a pregare, a compiere un gesto di vicinanza, ma anche a risvegliare le nostre coscienze perché ciò che è accaduto non si ripeta, non si ripeta per favore". Furono queste le prime parole del Pontefice l'8 luglio 2013, quando volò a Lampedusa e Linosa per confortare e incoraggiare gli abitanti. Riportiamo in questa pagina i passi più significativi della sua omelia. Quattro anni dopo la globalizzazione dell'indifferenza non è stata guarita e queste parole potrebbero essere replicate perchè attualissime.

**

No alla globalizzazione dell'indifferenza
l'omelia di papa Francesco a Lampedusa, luglio 2013

"....Vorrei proporre alcune parole che soprattutto provochino la coscienza di tutti, spingano a riflettere e a cambiare concretamente certi atteggiamenti. «Adamo, dove sei?»: è la prima domanda che Dio rivolge all’uomo dopo il peccato. «Dove sei, Adamo?». E Adamo è un...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Popoli

Popoli

copello_sentire.jpg colore_rosso.jpg banner_GIF_Sentire.gif DECENNALE.jpg