Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Paul Wertico in concerto

Paul Wertico in concertoFabrizio_Mocata.jpgworkshop_pomeridiano_1.jpgIl_trio.jpg
a Pomarolo

di Giulia Galletti - Qualcuno ha telefonato agli organizzatori, chiedendo se fosse uno scherzo. E come dargli torto….visto che quello che è avvenuto lo scorso mercoledì all’Auditorium di Pomarolo ha effettivamente dell’inverosimile: a far tappa con il proprio “Free the opera Live tour 2016” è stato niente meno che il grande PAUL WERTICO, storico batterista del Pat Metheny Group (vincitore di 7Grammy Award), volato direttamente da Chicago per inaugurare il proprio tour italiano nella piccola- grande Pomarolo. Poi via, alla volta di Napoli, Roma e Bari.

Dopo uno splendido workshop pomeridiano che ha visto la partecipazione di moltissimi giovani cui è stata data la possibilità di dialogare e suonare a tu pe tu con il guru della batteria , è stata la volta del concerto serale presso l’Auditorium, dove Wertico si è esibito accompagnato dal Fabrizio Mocata e Gianmarco Scaglia Trio.

Chi si è perso l’evento, avrà di che mangiarsi le dita dato che, come ha sapientemente detto il musicista e storico Enrico Merlin nella sua introduzione al concerto, quello a cui si è assistito è stato unico ed irripetibile nel suo atto creativo.

E’ il contrabbasso di Scaglia ad aprire il concerto, introducendo il pubblico ad una atmosfera di intima attesa. Si aggiunge Mocata al piano, che inizialmente sembra seguire una strada ritmica autonoma , ma che in realtà corre sapientemente in parallelo. Wertico raggiunge la batteria quasi di soppiatto e comincia unicamente dai piatti, il cui uso particolare ha contribuito a renderlo famoso nel mondo. Usa le mani, poi le bacchette e il concerto decolla tra brani dal crescendo dinamico e sonoro impressionante.

Durante i suoi soli Wertico sorprende non solo per la spaventosa velocità tecnica ma anche e soprattutto per la capacità di portare a saturazione sonora lo strumento attraverso una cascata di colpi e “piattate” di grande impatto.

Sul palco tre personalità artistiche diverse per curriculum, esperienze ed età, ma in grado di dialogare in perfetta sinergia, regalando al pubblico uno spettacolo entusiasmante. Mocata sviluppa le proprie idee a partire da arie note della letteratura musicale verdiana e pucciniana, alternando virtuosismi a momenti più minimali attraverso un uso non convenzionale del pianoforte. Scaglia sostiene con gusto e sensibilità unica le bizze dei due estrosi compagni di palco, tra dialoghi ritmici serrati e momenti più distensivi.

Il pubblico caldo applaude calorosamente chiamando più volte il bis.

Grande merito va agli organizzatori tra cui Associazione Castelbarco, Comune di Pomarolo, Niva Your Sound e il musicista Mirko Pedrotti che, lavorando in sinergia, hanno saputo regalare una serata di grande rilievo musicale, scegliendo ancora una volta di offrire l’evento ad un prezzo modico ed accessibile a riprova dell’intento culturale e non lucrativo dell’evento.

Da qualche tempo Pomarolo offre eventi musicali di spessore al proprio pubblico e non possiamo che augurarci, visti i risultati, che possano seguirne ancora molti altri.

Persone e idee

Persone e idee

185x190.gif colore_rosso.jpg google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif