Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Poggiardo (Puglia): serata ottocentesca

Poggiardo (Puglia): serata ottocentescaDSC_0219.jpgBallo_ottocentesco_18.jpgBallo_ottocentesco_11.jpgBallo_ottocentesco_4.jpg
viaggiare l'Italia

Poggiardo (Lecce)  - Una leggenda narra che l'abitato di Poggiardo - oggi una città di 6000 abitanti - sia nata per volontà di un bue. Per decidere il luogo in cui fondare il nuovo villaggio i superstiti di tre casali si affidarono proprio all'animale: nel punto in cui si si fosse fermato l'animale sarebbe sorto il nuovo centro. Ed il suo nome deriverebbe  dalla bellissima campagna che circonda questo pezzo di Italia.
Oggi è un ballo in piazza a permettere di riscoprire il nobile passato di questo tratto di penisola salentina dominato dai romani e dai barbari e fortemente influenzato dalle signorie feudali. Gli scontri tra gli Angiò e Manfredi di Sicilia, la portarono a schierarsi con i primi dai quali ottenne diversi benefici. Intorno alla fine del XIV secolo entrò a far parte del principato di Taranto ed il centro venne dotato di una cinta muraria e di un castello.

Feudo della famiglia Guarini, baroni per decreto della regina Maria d'Enghien nel 1446, Poggiardo fu fortificata e divenne ducato nel 1698, e poi anche sede vescovile. Oggi  è un bel paese, nei cui palazzi e ville si leggono i segni di un passato importante.
Nel suo territorio c'è la frazione di Vaste, l'antichissima Bastae o Baxta, che fu la vera dominatrice dell'area. (> clicca qui)
Questo tratto di penisola salentina, ha dunque una stori...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Viaggi

Viaggi

Isgr.jpg banner.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg banner.jpg DECENNALE.jpg logoViaggiareSicuri.jpg