Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Attualità

Polo Meccatronica, aumentano gli stanziamenti

Polo Meccatronica, aumentano gli stanziamentiPolo_Meccatronica_corpoL_small.jpgMeccatronica_edificio_produttivo1.jpgTrentinoSviluppo_3.jpg
La nuova Rovereto

Dopo la realizzazione dell'incubatore di imprese avvenuta circa due anni fa con la creazione di un nuovo edificio produttivo dentro il quale operano le aziende della filiera, si passa alla infrastrutturazione. La Provincia Autonoma di Trento ha annunciato oggi la tempistica per la realizzazione di laboratori ad alta specializzazione. Lo stanziamento passa da 17.500.000 euro a 23.895.000 euro, l'intero importo sarà finanziato attraverso i Fondi europei di sviluppo regionale (Fesr).

I prossimi passaggi, dopo l'adeguamento della parte pianificatoria del progetto Meccatronica approvato oggi dalla Giunta Provinciale, prevedono l'approvazione fra pochi giorni del progetto preliminare dei laboratori e, entro la fine del 2015, l'avvio della gara di appalto. Nel corso del 2016 ci sarà quindi la progettazione e nel 2017 la fase esecutiva dei lavori.

Parallelamente verranno già messi in funzione un laboratorio provvisorio: per allestire provvisoriamente i nuovi macchinari, il cui iter di acquisto partirà all'inizio del prossimo anno. In questo modo già nel secondo semestre del 2016 sarà già operativo un laboratorio a disposizione delle imprese interessate.

La Giunta ha definito un cronoprogramma e il 2016 sarà l'anno di svolta. "Riusciremo finalmente a vedere la messa a disposizione delle imprese di questi laboratori di studio, ricerca, sperimentazione, prototipazione" annuncia l'assessore provinciale Alesandro Olivi.

E' stata intanto ultimata la progettazione preliminare propedeutica all'espletamento della gara d'appalto e sono stati acquisiti i pareri della Conferenza di servizi e del Comitato Tecnico Amministrativo. Seguirà nei prossimi giorni l'approvazione del progetto preliminare e l'avvio all'Apac per la procedura di appalto. Le principali caratteristiche tecniche di questo nuovo edificio, di circa 11300 mq lordi di superficie sono: una superficie totale fuori terra pari a circa 1.050 mq netti, sviluppata sui tre livelli fuori terra, con spazi di servizio destinati ad impianti e depositi collocati al piano interrato (stimati 415 mq); laboratori per la ricerca e sviluppo, aventi superfici differenziate, eventualmente aggregabili modularmente, improntati alla massima flessibilità possibile, da gestire come “Temporary Shop” e “Company Lab”; i laboratori dovranno essere collegati tramite elementi di comunicazione orizzontale e verticale interni, non solo per l’accesso alle singole unità ma anche per consentire una facile interazione tra il facility ed i centri di ricerca. La superficie complessiva di queste due tipologie (Company e Temporary Lab) sarà pari rispettivamente a circa 1800 mq e 1900 mq.

Elemento qualificante comune all’edificio dei laboratori sarà anche l’attenzione massima al tema della sostenibilità ambientale, assicurata dall’adozione della certificazione LEED e dal bassissimo fabbisogno energetico previsto per i nuovi edifici (edifici ad energia “quasi zero”).




 

Attualità

Attualità

185x190.gif colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg google_1.png photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif