Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Rania di Giordania "Venite, siamo un paese in pace"

Rania di Giordania regina_Rania_di_Giordania_foto_corona_perer_16-001.jpgregina_Rania_di_Giordania_foto_corona_perer_26.jpgregina_Rania_di_Giordania_foto_corona_perer_10-001.jpgjerash_giordania_giornale_sentire_3.jpgjerash_giordania_giornale_sentire_4.jpg
e poi: ''Amo l'Italia''

(Amman 25 marzo 2015 - Corona Perer) - C'era anche Giornale SENTIRE tra le 14 testate italiane ammesse all'incontro tra la Regina Rania e la stampa di tutto il mondo: 150 dei 400 giornalisti invitati dal Ministero del Turismo a vedere con i loro occhi la Giordania per raccontarla al mondo. Il paese vive infatti una ingiusta penalizzazione del turismo a causa dell'instabilità regionale.

"Fate sapere che abbiamo molto da offrire e che i turisti sono i migliori ambasciatori della tolleranza, abbiamo molto da offrire, soprattutto la nostra accoglienza: siamo un popolo che ha buone relazioni con tutti" ha detto la bellissima Rania durante l'incontro con la stampa internazionale nella sede del Museo dell'Automobile dove sono esposte le auto di stato dei sovrani del regno Hascemita.

La Giordania oggi sta vivendo un momento decisamente critico per il proprio turismo. Paese di grande fascino e con un patrimonio archeologico straordinario (basti pensare a Petra o alle antichità romane di Jerash), si trova al centro di un'area in perenne ebollizione. E tuttavia – possiamo testimoniarlo – nessuna parte del paese è attraversata da scontri. Per fare un paragone basterà ricordare l'Italia durante la guerra nei Balcani: si trovava  esattamente davanti ad un teatro che in poco tempo incendiò Croazia, Serbia, Montenegro e Kossovo. Ma l'Italia non era in guerra (...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Viaggi

Viaggi

Isgr.jpg banner.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg banner.jpg DECENNALE.jpg logoViaggiareSicuri.jpg