Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Attualitā

Teatro Zandonai: la storia

Teatro Zandonai: la storiateatro_come_era.jpg1.jpg2.jpgteatro_canon_21.jpgFoto_Teatro_Zandonai_Alessio_Periotto_15-001.jpg
Come era, com'č

Il teatro comunale di Rovereto venne edificato nel 1783 su progetto dell’architetto Filippo Maccari. Fu costruito in soli due anni. Era il primo teatro del Trentino.

Luogo simbolo per i roveretani, fu sin dalla fine del '700 struttura di pregio, grazie alla quale la città era conosciuta in tutta Europa già nel '700-800.

I palchetti erano registrati come proprietà privata dei vari notabili al Libro Fondiario. Fu dunque l'espressione sin dal suo nascere di una volontà cittadina nonchè espressione del fermento culturale della Rovereto aristocratica e borghese del XVIII secolo.

Nell’Ottocento venne ampliato fino ad espandersi verso Corso Bettini ed assumere l’aspetto attuale.

Durante la Prima Guerra Mondiale il teatro subisce ogni sorta di barbarie: diventa stalla, magazzino e caserma. Spogliato degli arredi e delle attrezzature, dello splendore di un tempo rimane solo il ricordo. Ma l’amore di Rovereto per il suo teatro, compie il miracolo di restituirlo al pubblico in poco meno di un anno.



< come era negli anni '90...





A sancirne la rinascita nel 1919, è l’opera "Francesca da Rimini" di Riccardo Zandonai, il celebre compositore roveretano alla cui memoria il teatro è tuttora intitolato.

Nel 1924 i lavori di restauro sono finalmente completati e il teatro, rimesso completamente a nuovo, viene inaugurato alla presenza del principe Umberto di Savoia. Negli anni '90 la chiusura per restauro.

Portati a compimento gli interventi di ristrutturazione, il teatro verrà ufficialmente inaugurato il prossimo ottobre per ospitare poi la successiva stagione teatrale 2014-2015. I mesi che separano da tale data serviranno per approntare allestimenti e arredi, per ultimare le delicate rifiniture, per espletare l'iter autorizzatorio.




< come è oggi



Il 2014 è stato l'anno della sua rinascita. Il gioiello settecentesco, uno dei pochissimi teatri rimasti in Italia interamente in legno e coevo del Teatro alla Scala, è tornato finalmente e nuovamente ad essere il luogo prestigioso e degno ad ospitare spettacoli, manifestazioni ed eventi che tradizionalmente Rovereto propone al pari delle più importanti città italiane.





 

Attualitā

Attualitā

colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif