Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Aldo Moro: il suo nemico fu lo Stato

Aldo Moro: il suo nemico fu lo Statomaglie_15.jpgmaglie_19.jpg
Pagine di storia

Cento anni fa nasceva Aldo Moro: era il 23 settembre 1916, Maglie la sua città. Fu lo statista della mediazione, del dialogo, della nobiltà della Politica, quella con la P maiuscola.
Oggi ricordando la data, si ricorda la statura dell'uomo, il suo martirio, la sua inascoltata modernità.
Resta invece ancora tutto da chiarire il quadro in cui maturò il suo rapimento e assassinio.

Le ultime rivelazioni (due anni fa) - su come andarono effettivamente le cose  in via Fani in quel triste mattino del 16 marzo 1978 - fanno pensare e ridanno fiato alla tesi del complotto, rendendo tragicamente verosimile l'ipotesi che il vero nemico dello statista fosse proprio quello Stato per cui lavorava, cercando di aprire i giorni della svolta. Che non ci fu e venne fermata. L'ipotesi che sulla moto Honda rilevata a via Fani ci fossero due 007 che dovevano "coprire" le Br conferma però tante dietrologie che in questi anni si erano mormorate. Enrico Rossi, ispettore di polizia in pensione, lo ha raccontato all'ANSA. Tutto è partito da una lettera anonima scritta dall'uomo che era sul sellino posteriore dell'Honda in via Fani quando fu rapito Moro. "I due uomini dipendevano dal colonnello del Sismi" ha detto all'Ansa Enrico Rossi.

La lettera anonima diceva: "Quando riceverete questa lettera, saranno trascorsi almeno sei mesi dalla mia morte ...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Persone e idee

Persone e idee

Isgr.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg