Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Attualità

Festa d'Europa 2016

Festa d'Europa 2016 degasperi.jpggiardino_europa_giornale_sentire.jpgfondazione_de_gasperi.jpgprodi_5.jpg
ricordando De Gasperi

La “Giornata dell’Europa”, che il Servizio Europa della Provincia autonoma di Trento tramite i suoi Europe Direct Trentino e Centro di Documentazione Europea vuole celebrare e mettere in evidenza quanto si sta realizzando in Trentino grazie ai progetti cofinanziati dall’Unione europea. E ricordare la lezione dei "grandi" e dei "padri fondatori". Tra loro un grande trentino, un grande italiano: De Gasperi.  "Il più grande statista dell’Italia del dopoguerra, una figura che si ingigantisce nel tempo". Romano Prodi non ha dubbi, mentre ne nutre qualcuno se oggi ci siano gli eredi di De Gasperi. "La questione è stata dibattuta molte volte" ha detto a Trento nel suo intervento seguito alla consegna del premio De Gasperi 2014.

Che cosa lo rese così speciale?  "De Gasperi ha sempre avuto il senso della complessità della storia e la passione per i diritti delle nuove nazioni (e in questo è uomo dell’ottocento) ma, da credente, da autentico cattolico sentiva la stessa passione per la dimensione universale dell’umanità. Per questi motivi è stato il leader più europeo dell’Italia del novecento" disse.



< foto: il giardino d'Europa a Pieve Tesino
e il museo della Fondazione De Gasperi




Anche Pieve Tesino lo ricorda nella festa d'Europa che si è tenuta lo scorso 6 maggio negli spazi del Museo Casa De Gasperi e nelle classi. Attraverso attività didattiche e ludiche, i bambini hanno potuto mettere a fuoco il significato e l’utilità di determinati valori, rielaborando poi quanto appreso con riferimento soprattutto alla loro esperienza personale, attraverso disegni, elaborati scritti o qualunque cosa la fantasia abbia loro suggerito.






< foto: Romano Prodi premio De Gasperi 2014

 

Attualità

Attualità

colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif