Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Canestrini: ''indignarsi č un atto politico''

Canestrini: ''indignarsi č un atto politico''x_sandro_2-001.jpgx_sandro_3-001.jpggrigio-dida.jpgx_sandro_6.jpggrigio-dida-001.jpgx_sandro_4-001.jpgx_sandro_7-001.jpg
di Corona Perer

"Fieri e orgogliosi di essere tuoi concittadini" così il sindaco di Rovereto Andrea Miorandi dopo aver letto il messaggio del Capo dello Stato rivolto all'avvocato Sandro Canestrini in occasione della consegna dell'onorificenza a 50 anni dal disastro del Vajont.

"Un professionista che, con esemplare spirito di solidarietà e indiscusse capacità giuridiche, si pose al servizio di quanti erano stati drammaticamente segnati da quella immane tragedia" afferma Napolitano che proprio in occasione dell'anniversario del disastro aveva rivolto alle popolazioni colpite una ferma e amara constatazione: "...quell'evento non fu una tragica, inevitabile fatalità, ma drammatica conseguenza di precise colpe umane, che vanno denunciate e di cui non possono sottacersi le responsabilità” aveva detto il Presidente.

Ebbene Sandro Canestrini, che patrocinò gratuitamente le vittime e i famigliari, denunciò nell'arringa di ben 16 ore proprio quelle colpe umane chiedendo al Tribunale dell'Aquila la condanna, animato da coraggio,  forza e assoluta dirittura morale.

Per l'avvocato ormai novantenne, che ascoltava emozionato con lo sguardo fiero non scalfito dall'incedere degli anni, c'erano tante autorità in una sala Consiglio stracolma di gente. A rendergli omaggio colleghi, amministrator...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Persone e idee

Persone e idee

Isgr.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg