Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Santuario San Romedio, tra ex-voto e trippa

Santuario San Romedio, tra ex-voto e trippaPasseggiataSanRomedio.jpggiornale_sentire_san_romedio.jpggiornale_sentire_santuario_san_romedio.jpegSantuario-di-San-Romedio_www.giornalesentire.it.jpg
Sentieri di devozione

La trippa e la zuppa del pellegrino sono i dettagli pagani di una festa devozionale che ogni 15 gennaio, ricorrenza di San Romedio, porta nel santuario trentino, posto in Val di Non migliaia di pellegrini.

Si sale a piedi verso il luogo costruito dal santo eremita. E i 130 gradini che conducono alla cappella sono l'ultima fatica. San Romedio, è luogo di culto da attestarsi secondo gli studi più aggiornati, intorno all’anno 1000.

L’architettura del santuario si è evoluta in tempi diversi e con una modalità particolare, quasi dall’alto verso il basso. Artisticamente è un mix di architetture. Il complesso di San Romedio si compone di 5 piccole chiese, spazi di raccordo, appartamenti tra dipinti, altari e opere di inestimabile valore.

Nella parte estrema più alta, dove c’è la grotta dove il santo si riparava e una cappella dove sono conservate le sue reliquie, antichissimo luogo di culto. Il culto del santo venne riconosciuto ufficialmente dalla Chiesa intorno al 1300 e dal secolo successivo divenne molto importante infatti, da questo periodo inizia la costruzione delle altre 4 chiese-cappelle. Delle edicole votive di cui oggi non c’è traccia e nella parte più bassa (l’odierno ingresso), dove doveva esserci un modesto ricovero per pellegrini.

 

< una magnifica p...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Viaggi

Viaggi

Isgr.jpg banner.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg banner.jpg DECENNALE.jpg logoViaggiareSicuri.jpg