Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Popoli

Centrafrica: le violenze continuano

Centrafrica: le violenze continuanoBangui-Repubblica-Centrafricana.jpggrigio-dida.jpgseleka-repubblica-centrafricana-islam.jpgrepub-centrafricana.jpg
di Emilio Luzza

Colpi di machete, pallottole, bruciature. "Tra gennaio e aprile abbiamo dato assistenza medica d'emergenza a 3.400 persone. Persone che hanno perso tutto a causa degli scontri" lo affermano gli operatori di Medici Senza Frontiere. Anche loro sono a rischio ogni giorno e molti feriti non possono essere raggiunti. A maggio 16 civili, tra cui tre membri dello staff nazionale di Medici Senza Frontiere (MSF), sono stati uccisi durante una rapina a mano armata all’ospedale MSF al nord della città di Boguila, in Repubblica Centrafricana.

"Siamo estremamente scioccati e rattristati dalla violenza brutale usata contro il nostro staff sanitario e contro la comunità” dichiara Stefano Argenziano, Capo Missione per MSF in Repubblica Centrafricana. “La nostra priorità è di curare i feriti, avvertire le famiglie, e garantire la sicurezza del nostro staff, dei pazienti e dell’ospedale.”

L' incidente ha costretto l'organizzazione a ritirare personale importante e a sospendere le attività a Boguila. Gli incidenti sono accaduti quando i membri armati ex-Seleka, hanno circondato il  Boguila Hospital, dove era in corso una riunione con 40 leader della comunità invitati da MSF per discutere l’accesso della popolazione alle cure mediche. "Mentre alcuni uomini armati derubavano l’ufficio di MSF sotto tiro e sparavano colpi i...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Popoli

Popoli

copello_sentire.jpg colore_rosso.jpg banner_GIF_Sentire.gif DECENNALE.jpg