Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Scatti d'autore

Ibrahim Malla: Shots on Syria

Ibrahim Malla: Shots on Syria 1-ibrahim_Malla_2.jpg1-ibrahim_Malla_3.jpg1-ibrahim_Malla_5.jpg1-ibrahim_Malla_4.jpg
Focus sui soccorsi

Era un anno fa, il 15 luglio 2012, quando il Comitato Internazionale di Croce definiva la crisi siriana un “conflitto armato non internazionale”, applicando così la legge umanitaria internazionale prevista dalle Convenzioni di Ginevra. L’ultimo bilancio ONU parla di 100.191 persone uccise dall’inizio del conflitto ad oggi, tra queste migliaia di donne e bambini innocenti. Rientrano in questo macabro bilancio anche 20 volontari della Mezzaluna Rossa Siriana, impegnati in missioni umanitarie e di soccorso.

I soccorsi da parte della Mezzaluna Rossa Siriana sono molto difficoltosi, anche a causa dei numerosi attentati nei confronti dei volontari. Nonostante questo la Mezzaluna Rossa Siriana continua la propria missione cercando di raggiungere anche le zone più remote della Siria prestando assistenza medica, distribuendo cibo e kit igienici per le esigenze quotidiane.

Questa raccolta di fotografie scattate da Ibrahim Malla, fotografo professionista siriano esperto in temi sociali e umanitari, vuole risvegliare le coscienze e creare consapevolezza in ognuno di noi sulla crudeltà e sulla spietatezza della guerra. Ciò avviene tramite il racconto del dramma della crisi siriana vista attraverso gli occhi e il cuore degli operatori del Movimento Internazionale della Croce Rossa che stanno attualmente operando in questo terribile scenario.

Ibrahim Malla, fotografo ufficiale della Mezzaluna Rossa Araba Siriana e autore degli scatti testimonia direttamente quanto sta avvenendo in Siria. Ha recentemente accompagnato la missione umanitaria a Damasco del Presidente della Croce Rossa Italiana Francesco Rocca e del Presidente del Comitato Internazionale di Croce Rossa Peter Maurer.

La passione di Malla per la fotografia e per l’essere umano gli è valsa cinque premi internazionali e lo ha condotto attraverso diverse mostre fotografiche in Siria, a Madrid, Parigi, Londra, Milano e in Cina, portando un messaggio di amore, fratellanza e coesistenza.

“Shots on Syria” è un’iniziativa dell’Ufficio Tracing, Restoring Family Links e Protezione Sociale del Comitato C.R.I. Lombardia che negli ultimi mesi è venuto a contatto con diversi cittadini siriani che chiedono asilo, oppure con loro familiari residenti in Italia che cercano di rintracciare parenti dispersi in Siria. Conflitti e disastri lasciano ferite nell’anima molto più profonde di quelle fisiche: nel tumulto, panico e terrore, i membri di una famiglia possono essere separati in pochi minuti.

Cercare di individuare le persone e rimetterle in contatto con i propri parenti è una sfida importante per la Croce Rossa e ciò avviene anche grazie ad internet, attraverso un portale allo scopo (clicca qui) ; il sito contiene i nomi di 21.000 persone ancora ricercate dai loro parenti in relazione ai conflitti in Bosnia, Croazia, Kosovo, Nepal e Somalia.

La mostra è stata esposta a Folgaria per iniziativa del Comitato Locale Altipiani della Croce Rossa Italiana di Folgaria, Lavarone e Luserna che ha deciso di devolvere il contributo annuale per la solidarietà di Euro 15.000 alla Mezzaluna Rossa Siriana, un aiuto concreto alla consorella siriana risulta possibile grazie al lavoro di tutti i Volontari di Folgaria, Lavarone e Luserna, dei Volontari esterni e di tutto il personale dipendente del Comitato Locale Altipiani, impegnati quotidianamente nelle attività di emergenza sul territorio, in convezione con 118 Trentino Emergenza.

> La guerra civile siriana
< Le foto sono di Ibrahim Malla, fotoreporter

Scatti d'autore

Scatti d'autore

colore_rosso.jpg google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif banner_hotel.jpg