Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Popoli

L'agonia di Aleppo che muore di guerra infinita

L'agonia di Aleppo che muore di guerra infinitaCAM00320.jpgCAM00323.jpgCAM00324.jpgislam_nero.jpg
La guerra infinita

Lui, Assad resta in groppa. Fuori ha un paese distrutto dove ormai si è perso il cnto del chi-combatte-cosa. I pesanti e ripetuti bombardamenti governativi siriani su Aleppo est hanno messo fuori uso tutti gli ospedali da campo e cliniche mobili della zona assediata. Con pochi medici rimasti e le forniture che non possono entrare, il sistema sanitario è in ginocchio. Ma la situazione è tragica da mesi: i bambini che sono nati e cresciuti in guerra, si suicidano o bevono da una pozzanghera per dissetarsi. Attorno un mondo che non sa come fare e se è vede è strabico: perchè da qualche parte le armi arrivano. Finissero le munizioni, non finirebbe forse la guerra?

Secondo la rappresentante dell'Oms in Siria, Elizabeth Hoff, tutti gli ospedali ad Aleppo est sono fuori servizio.  Medici senza frontiere afferma in un comunicato che i danni agli ospedali colpiti nelle ultime 48 ore "sono enormi".
Diverse strutture "hanno dovuto interrompere le attività. L'ospedale pediatrico è stato attaccato per la seconda volta, tre piani sono distrutti e ora non è più in funzione, è la peggiore campagna di bombardamenti degli ultimi anni".

Attorno anche la solidarietà impotente: l'ultimo attacco a un convoglio di aiuti delle Nazioni Unite e della Mezzaluna Rossa siriana, destinati a 78.000 persone ad Aleppo, è una flagrante violazione dei principi fondamentali del diritto internazionale umanitario. Testimoni in Siria hanno riferito all'organizzazione che il convoglio, insieme al magazzino della Mezzaluna Rossa siriana in cui erano stoccati gli aiuti, sono stati bombardati intensamente per due ore lunedì sera, aumentando il sospetto che le forze governative siriane abbiano deliberatamente preso di mira l'operazione di soccorso.


Intanto gli Stati Uniti mettono in guardia la Siria e la Russia contro le "azioni atroci" su Aleppo. In una nota della Casa Bianca, il consigliere per la sicurezza nazionale Susan Rice condanna i bombardamenti che hanno distrutto gli ospedali, aggiungendo che "il regime siriano e i suoi alleati, la Russia in particolare, sono responsabili delle conseguenza immediate e di lungo termine di tali azioni". Mosca deve "immediatamente" fermare le violenze e consentire l'arrivo aiuti umanitari.

I civili in Siria stanno pagando con la loro vita cinque anni di totale impunità per i crimini di guerra sistematici e i crimini contro l'umanità. Che tristezza.
                                                                       
20 novembre 2016

 

Popoli

Popoli

185x190.gif colore_rosso.jpg google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif