Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Attualitą

Tempio di Palmira: ripresi gli scempi

Tempio di Palmira: ripresi gli scempidida_giornale_sentire1.jpgpalmira_2.jpgdida_giornale_sentire1-001.jpgpalmira2.jpgPalmira1.jpgKhaled_al_Asaad_il_custode_di_Palmira.jpg
Vandali del Terzo Millennio

Questo tempio...non c'è più. L'isis l'ha distrutto. Siamo a Palmira: per comprendere il suo valore basterà dire che questa città si trova citata nella Bibbia, ma è nominata anche negli annali dei re Assiri. Personaggio cruciale di Palmira è la regina Zenobia che si oppose ai romani e ai persiani. Oggi il nemico si chiama Isis.

La città che venne incorporata nell'impero romano e Diocleziano, tra il 293 e 303, e fu poi fortificata è uno dei maggiori gioielli dell'Oriente. Superata l'emergenza e ripreso il controllo dell'area la comunità internazionale si sta muovendo per il suo recupero.

Per difenderla nei secoli le furono rette intorno imponenti mura difensive. Il declino inizia solo dal IV secolo quando le notizie su Palmira si diradano. Durante la dominazione bizantina furono costruite alcune chiese, anche se la città aveva perso importanza. L'imperatore Giustiniano, nel VI secolo, vi installo' una guarnigione. Poi sotto il dominio degli arabi la città andò in rovina. Oggi sta andando incontro alla sua definitiva distruzione. Il mondo grida: orrore, ma nessuno sa come fermarlo.

Cinque giorni dopo aver decapitato su una piazza pubblica di Palmira Khaled al Asaad, 81 anni, uno dei massimi esperti siriani di antichità ed ex direttore del sito archeologico locale, l'Isis ha distrutto il santuario di ...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Attualitą

Attualitą

Isgr.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg OS_5xmille_185x190.gif DECENNALE.jpg