Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Scatti d'autore

Magnitudo Emilia diventa teatro

Magnitudo Emilia diventa teatromagnitudo_Emilia8.jpgmagnitudo_emilia5.jpgmagnitudo_Emilia7.jpgmagnitudo.jpg
Terremoto in fotografia

2 luglio 2014 - "Magnitudo Emilia" è un libro intenso che racconta con straordinaria forza fotografica la grande sofferenza dell'Emilia all'indomani del terremoto. Ma da qualche tempo è diventata un'opera teatrale.

"Questa è una nuova declinazione di Magnitudo, come una costola che sta dando nuova linfa a un progetto e a una memoria. Il 18 luglio saremo in scena al Maxxi" annuncia Annalisa Vandelli coautrice del libro con il fotoreporter Luigi Ottani. Ma è come se il libro fosse stato fatto da una mano sola, da due occhi soli, un unico cuore e un unico vedere e sentire.

Ora una nuova esperienza: portarlo a teatro. Le 3 prime date sono andate benissimo: un pubblico di circa 400 persone ha già seguito il racconto per immagini. "Alla fine più che uno spettacolo si tratta di una esperienza" aggiunge Annalisa Vandelli. Tutto parte ancora dalle immagini del libro che racconta il sisma emiliano con gli occhi di due emiliani: Ottani e Vandelli narrano la terra violata e ferita e penetrano la complessità del luogo: dalla mescolanza etnica alla tenacia imprenditoriale degli emiliani doc.

Parole e immagini chiedono il silenzio del lettore, di chi guarda: attraverso i bianchi, le pause, il bianco e nero, l'andamento a quadri successivi questa componente arriva più forte del rumore, della chiacchiera perché anche questo ci ha imposto il terremoto e ci impone la ricostruzione.
Le fotografie, attraverso gli sfuocati, sembrano rubate e quindi ancor più insistenti nel voler salvare il momento, nell'ostinarsi contro la forbice che taglia la memoria, restituiscono dolore e sbigottimento, voglia di rialzarsi e capacità di farlo. Raccontano un' Emilia che è ancora non solo il cuore d'Italia ma la sua parte migliore.

Il testo e le fotografie sembrano sgorgare da una unica fonte, una unica passione e partecipazione, palpabile. La chiave di ciò è l'amore con cui Luigi Ottani e Annalisa Vandelli si sono avvicinati a quel che rimaneva di quell'evento devastante che è il terremoto, l'amore verso ciò che esso ha lasciato, sconvolto, per terra e negli occhi della gente.
Ha preso corpo in pagine e inchiostri proprio a Cavezzo per opera della tipolitografia Salvioli, che ancora lavora in parte dentro i container.

Luigi Ottani, fotografo e giornalista, ha pubblicato i suoi scatti sulle maggiori testate nazionali. Ha documentato la povertà del Sahel in Eritrea, la vita nei campi profughi Saharawi, il dopoguerra in Bosnia, la piaga della prostituzione minorile in Cambogia, lo Sri Lanka colpito dallo Tsunami, il dramma della convivenza israeliano-palestinese, la vita nella "zona morta" a Chernobyl, la difficile realtà di alcuni quartieri urbani italiani, le minoranze etniche dello Hunan Cinese, il ricordo di Beslan in Ossezia del Nord.

Annalisa Vandelli, giornalista e scrittrice, negli ultimi anni, è stata inviata speciale in zone di emergenza per il Ministero degli Affari Esteri in: Nicaragua, Tunisia, Guatemala, Pakistan, Territori Palestinesi. In tali occasioni ha prodotto foto, testi, reportage.

In copertina il volto di una donna. "Nel bel volto senza tempo, scultoreo e terroso, di sabbia e d'argilla, i corrugamenti diventano disegno delle linee di magnitudo del terremoto. Ma anche linee isobare della magnitudo di cui è capace l'essere umano in generale, d'Emilia nel caso particolare. Il terremoto assieme alle forze oscure della terra ha messo in libertà le potenzialità più luminose del sottosuolo umano: umiltà e forza ideale individuale e collettiva, cultura e fede, memoria e volontà. Collanti che possono rimettere insieme tutte le cose, specchi compresi, e trasformare gli anni non in sette di disgrazie ma in "sette volte sette" di rinnovate opportunità." scrive nell'introduzione Francesco Genitoni.
 

 


MAGNITUDO EMILIA
Stampato a Cavezzo (MO)
dalla tipolitografia Salvioli
con il contributo di Huber inchiostri
e delle cartiere Fedrigoni.
Grafica di Labirinto. Artestampa Editore - 23,00€.
info: magnitudoemilia.it
 

 

 

< foto: Magnitudo Emilia a teatro (foto di Melissa Iannace)

Scatti d'autore

Scatti d'autore

colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif banner_hotel.jpg