Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

La Pasqua del Salento? A cena con i santi

La Pasqua del Salento? A cena con i santitavole_san_giuseppe_13.jpgtavole_san_giuseppe_8.jpgtavole_san_giuseppe_14.jpgle-tavole-di-san-giuseppe-minervino-di-lecce.jpg
di Corona Perer

(Minervino-Lecce) - Un intero paese in piazza per assistere alla più singolare delle cene: quella dei Santi. Sul palco 13 personaggi per 13 pietanze. Il tutto in onore di San Giuseppe che nel Salento è amato e venerato.

A Minervino - in provincia di Lecce - un intero paese vive ogni anno la Pasqua come un rito collettivo fatto di amore, fede, antiche devozioni.
Le famiglie del paese allestiscono infatti le tradizionali Tavole di San Giuseppe, una delle manifestazioni più antiche del Salento.

Ma oltre al "papà di tutti i papà" la festa riguarda anche le tredici figure sacrali, tutte quante previste nel cerimoniale. Per questi "santi" commensali si fa la pasta a mano, si cucina e si infornano prelibati dolci. E tutto diventa incontro, relazione, tradizione nel senso antico e più pieno del termine che deriva dal verbo latino "tràdere" ovvero trasmettere.

La vigilia del giorno di San Giuseppe iniziano i preparativi: le donne che già da almeno due settimane si preparano agli allestimenti, cucinano pasta, pesce, dolci, e quando al tramonto entra il parroco a benedire, allora la festa è davvero cominciata.

Si tratta di un lungo tour, di portone in portone, in un continuo via-vai di parenti, amici e forestieri che si recano ad ammirare La Tavola costata tanti sacrifici e tanto lavoro. Tutto &egr...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Viaggi

Viaggi

Isgr.jpg banner.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg banner.jpg DECENNALE.jpg logoViaggiareSicuri.jpg