Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Ambiente

Fabi e Tozzi per ricordare la catastrofe di Stava

Fabi e Tozzi per ricordare la catastrofe di Stavadida-new1-003.jpgstava__1.jpgstava__4.jpgstava__2.jpg
19 luglio 1985-2015

19 luglio 1985: 30 anni fa, sparì un paese intero travolto da due discariche minerarie che sembravano innocui laghetti artificiali. Nicolò Fabi cantautore e il geologo Mario Tozzi sono i protagonisti dell’evento “Musica sostenibile, la catastrofe innaturale della Val di Stava” in programma il prossimo 23 ottobre al Palafiemme di Cavalese. Racconteranno tra musica, parole e immagini la terribile catastrofe della Val di Stava.

Sono due personaggi come il musicista Nicolò Fabi e il geologo Mario Tozzi i protagonisti dell’evento unico “Musica sostenibile, la catastrofe innaturale della Val di Stava” in programma venerdì 23 ottobre al Palafiemme di Cavalese (inizio ore 20.30). Lo spettacolo inedito, scritto e allestito appositamente per raccontare e ricordare questa grande tragedia, è inserito all’interno della serata di commemorazione organizzata dal comitato "LA LEZIONE DI STAVA" . L’evento si aprirà con un incontro dibattito che vedrà la partecipazione dell’ing.Nicola Salvati, comandante del corpo soccorritori dell’epoca, del Dott. Carlo Ancona, giudice istruttore a Stava e del Presidente della Fondazione Stava1985 Graziano Lucchi.

In questa occasione Fabi e Tozzi racconteranno tra musica, parole e immagini la terribile catastrofe della Val di Stava, quando il 19 luglio

L’evento si aprirà con un incontro dibattito che vedrà la partecipazione dell’ing- Nicola Salvati, comandante del corpo soccorritori dell’epoca, del Dott. Carlo Ancona, giudice istruttore a Stava e del Presidente della Fondazione Stava1985 Graziano Lucchi.

A seguire “Musica Sostenibile, la catastrofe innaturale della Val di Stava”spettacolo inedito e scritto appositamente da Niccolò Fabi e Mario Tozzi  per raccontare tra musica, parole e immagini la terribile catastrofe della Val di Stava.

La prima parte della serata verrà anche ripresa e trasmessa in mondovisione attraverso un circuito internazionale di tv cattoliche (per l'Italia TelePace - sede di Roma). La regia televisiva sarà curata dal trentino Sandro de Manincor, regista della Coppa del Mondo di Sci Alpino e considerato oggi uno dei migliori registi sportivi del mondo. La produzione sarà affidata a Sirio Film, società Trentina nota sul panorama nazionale per numerose produzioni RAI sia in campo sportivo che documentaristico.

La prima volta che si sono incontrati a Roma Niccolò Fabi e Mario Tozzi avevano già in mente un progetto comune: raccontare l'ambiente attraverso l’incontro di musica e parole. Da qui ha preso le mosse appunto questo spettacolo dedicato a Stava e ad uno dei momenti più tragici della storia recente del Trentino.

Il desiderio e l’obiettivo dei due è quello di provare a ridurre quella distanza che spesso allontana l’uomo da problematiche globali e terribili e suggerire che “qualcosa si può ancora fare se si parte dal cuore e dal pensiero”. La scienza e la musica sono due facce della stessa medaglia che è la cultura degli uomini.

Brani musicali d'autore, considerazioni sui testi e sulla musica, commenti scientifici e riflessioni sul destino dei sapiens, saranno così il nucleo di questa originale commistione di generi e discipline che trova una sintesi in uno spettacolo che è indirizzato alla comprensione e alla divulgazione di tematiche spesso dimenticate.

L'incasso della serata servirà a finanziare progetti (coordinati dalla Fondazione Stava1985) che possano informare e sensibilizzare rispetto al delicato tema della tutela ambientale, affinchè il rischio di simili tragedie sia una volte per tutte scongiurato.

21 ottobre 2015

 


< nelle foto le celebrazioni del 19 luglio 2015




 

Ambiente

Ambiente

colore_rosso.jpg 185x190.gif google_1.png banner_hotel.jpg