Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Arte e cultura

''Il Deserto dei Tartari'' secondo Maura Pettorruso

''Il Deserto dei Tartari'' secondo Maura PettorrusoTs_Il_Deserto_dei_Tartari_Pale_di_San_Martino_estate_2012_12_low.jpgTs_Il_Deserto_dei_Tartari_Pale_di_San_Martino_estate_2012_16_low.jpgTs_Il_Deserto_dei_Tartari_Forte_Strino_Vermiglio_estate_2012_29_low.jpgTs_Il_Deserto_dei_Tartari_low3_chiara.jpg
La guerra a teatro

Sono due le proposte di spettacolo in occasione della ricorrenza legata al centenario della Grande Guerra pensate da Trento Spettacoli compagnia teatrale professionale e agenzia di produzione e distribuzione di spettacoli che opera dal 2009 con base a Trento.

La prima è liberamente tratta da "Il deserto dei Tartari" di Dino Buzzati. La seconda vedrà gli artisti lavorare attorno ad "Addio alle armi’, celeberrimo manifesto anti-militarista di Ernest Hemingway.

"Il deserto dei tartari" è forse il romanzo più noto di Dino Buzzati. Con questo lavoro del 1940, il grande scrittore bellunese, trapiantato a Milano per lavoro dove scrive per il Corriere della Sera, entra nel novero dei più importanti scrittori italiani del Novecento.

La vicenda narrata ne "Il Deserto dei Tartari" è ambientata proprio in una fortezza, la Fortezza Bastiani, ormai abbandonata a causa della sua posizione non più strategica all’interno del conflitto, si traduce in un intenso monologo in cui il tenente Drogo, protagonista del romanzo, si confronta con se stesso, i suoi pensieri, i suoi desideri e le sue paure esistenziali.



< foto: Pale di San Martino, 2012


L’adattamento teatrale a cura di Maura Pettorruso è affidato all’interpretazione di Woody Neri, per la regia di Carmen Giordano: tre giovani artisti si confrontano con una messinscena di grande intensità, ricreando sul palco l’atmosfera, i silenzi e le parole del celeberrimo romanzo di Dino Buzzati.

La critica non ha mancato di recensire positivamente il lavoro della Pettorruso eviodenziando lo stile asciutto, essenziale e stringato ben attinente al mood buzzattiano.

"Del romanzo c'è tutto: anzi, il flusso continuo dei pensieri di Drogo, le continue domande sul senso della vita, della rinuncia, del passare del tempo, della morte, proiettano lo spettatore direttamente nel cuore della vicenda" ha scritto Lorenzo Viganò sul  Corriere della Sera Milano nel febbraio 2013, all'indomani del debutto.





< foto: l'allestimento a Forte Strino, 2013



Sulla scorta dell’esperienza maturata con la produzione dell’adattamento teatrale de ‘Il deserto dei tartari’ di Dino Buzzati nell’estate 2012, TrentoSpettacoli intende proseguire il percorso che lega il tema della Grande Guerra e più in generale del conflitto, con i grandi autori e i grandi romanzi della letteratura che hanno saputo raccontare l’esperienza della guerra.

"Ci proponiamo di lavorare su un adattamento scenico di ‘Addio alle armi’ di Hemingway. Saremo pronti per l’estate 2014" anticipa Daniele Filosi che cura tutta la produzione e promozione degli spettacoli.
(C.Perer - 9 aprile 2014)








IL DESERTO DEI TARTARI
di Dino Buzzati
con Woody Neri
adattamento teatrale a cura di Maura Pettorruso
regia di Carmen Giordano
> prossima data

Arte e cultura

Arte e cultura

colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif