Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

C'è una nicchia: le donne sole e con ...valigia

C'è una nicchia: le donne sole e con ...valigiadida_giornale_sentire.jpgmamma-single.jpgOdle_Santa_Magdalena_39.jpg
Turismo in rosa

Offerte per la coppia, per la famiglia, per i gruppi... ma per chi viaggia da solo? Se le proposte rivolte ai single non sono così frequenti, sono invece numerose le persone che decidono di concedersi una vacanza “in solitaria”. Viaggiare da soli significa staccare la spina completamente, dedicarsi esclusivamente a quello che si ha voglia di fare, in una parola coccolarsi. A Borgobrufa SPA Resort una struttura 4 stelle immersa nella natura e nel lusso, con la Spa più grande dell’Umbria l’ospite è al centro delle attenzioni.

Un pacchetto creato ad hoc per chi viaggia single è “Dedicato a me”, valido nei mesi di luglio e settembre 2016 in giorni infrasettimanali. L’offerta comprende: 2 pernottamenti in camera doppia ad uso singola, 2 prime colazioni a buffet, angolo vital con frutta e crudités, 2 cene di tre  portate servite a scelta dal menù del ristorante (bevande escluse), utilizzo giornaliero di tutti i servizi del “Mondo delle Acque” e del “Mondo delle Saune” con kit benessere con morbido accappatoio, telo e ciabattine. Inoltre compreso nel prezzo 1 pacchetto benessere a scelta fra: Schiena in forma, Detox&Beauty, Relax. Il tutto a partire da 529 euro a persona. (Info: http://www.borgobrufa.it).

Anche la Provincia di Siena ha pensato a quersto target radunando 84 strutture che hanno accettato di impegnarsi a garantire un’accoglienza particolare alle donne che viaggiano da sole. Come? Personalizzando servizi di ospitalità e attuando sconti e agevolazioni.

C'è un settore per il quale è facile incontrare donne sole: il termalismo, uno specifico ambito del quale il territorio senese è particolarmente ricco, con Chianciano Terme in testa. Il progetto Terre di Siena Family Friendly, che è stato avviato tra i settori Turismo e  Politiche di Welfare e Pari Opportunità. L’obiettivo è quello di sviluppare un’azione in grado di offrire molteplici e qualificate opportunità di servizi, attività e spazi, sia per il tempo libero che per la quotidianità.

L’assunzione di una prospettiva “di genere” è il primo passo per poter modificare la relazione fra i generi e favorire le pari opportunità in tutti gli ambiti della vita. Questo si traduce nell’adeguata considerazione delle differenze esistenti tra le situazioni di vita, le esigenze e gli interessi, rispettivamente degli uomini e delle donne, in tutti i programmi e gli interventi economici e sociali, promuovendone l’equità.

La risposta degli operatori?  Alcuni numeri danno l’immediata percezione della fitta rete di operatori che hanno accettato: 80 strutture hanno dichiarato di poter fornire attrezzature per bambini (seggioloni, culle, scalda biberon, ecc.), spazi giochi, servizi dedicati (baby sitting), una ristorazione particolare, informazioni adeguate a eventi per i piccoli ospiti, sconti particolari; 31  strutture che partecipano al progetto Terre di Siena per Tutti che non si limitano a garantire gli standard minimi previsti dalle norme ma anche una sensibilità e una preparazione adeguata.

E ben 113 i ristoranti si sono impegnati a fornire pasti per esigenze a “persone speciali”; moltissime anche le strutture museali e termali, spazi ed aree attrezzate,  con accesso facilitato o con particolari attenzione agli ospiti con disabilità.

www.giornalesentire.it





> LE TERRE DI SIENA su giornale SENTIRE

Viaggi

Viaggi

banner.jpg colore_rosso.jpg 185x190.gif banner_gusti.jpg viaggio_2.jpg banner_hotel.jpg logoViaggiareSicuri.jpg