Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Turismo,Terra Santa in costante crescita

Turismo,Terra Santa in costante crescitaMagdouline_Farouk_Salameh_giornale_sentire.jpgbetlemme.jpggrotta_nativit_giornale_sentire.jpggerusalemme_giornale_sentire.jpg
Non conosce crisi

Sono oltre 60.000 gli italiani che hanno scelto nel 2014 la Palestina come meta per un loro viaggio. Sviluppo, ripristino e aggiornamento del settore: l 'offerta turistica complessiva in Palestina si è diversificata e amplificata grazie ai forti investimenti decisi dal Ministero  del Turismo  e delle Antichità insieme con il settore privato.

Nuovi alberghi sono stati costruiti e quelli esistenti sono stati ristrutturati; Parchi divertimenti, villaggi turistici, ristoranti, musei, siti storici, centri culturali, e nuove flotte di trasporto:  sono stati questi gli investimenti chiave del settore. La crescita del settore alberghiero è un chiaro indicatore di questo aumento negli investimenti e re-investimenti del settore. 

L'iscrizione di Betlemme & Battir nella lista del patrimonio Mondiale dell’UNESCO è stata una spinta decisiva. "Si spera che avrà un impatto positivo nella promozione turistica del territorio" afferma Magdouline Farouk Salameh da anni il volto della Palestina alla Bit di Milano.

"La visita di Papa Francesco per la Palestina. La sua preghiera davanti  al muro della separazione, ha avuto un'importanza storica. Oltre alla dimensione religiosa, la visita del Pontefice ha dato una nuova speranza  per la questione Palestinese, verso una realtà concreta di pace e giustizia" aggiunge la responsabile della comunicazione per il mercato italiano. "La Palestina è diventata membro del Comitato Esecutivo dell'organizzazione araba del turismo. La città di Gerusalemme è stata selezionata come la Città Turistica dei Paesi Islamici per l’anno 2015, e questo motiva gli sforzi del ministero per promuovere il pellegrinaggio Islamico nel paese".

La Palestina ha messo a punto anche una misura di classificazione del sistema turistico al rispetto delle norme internazionali attivo fin dall'inizio del 2013. Il sistema sta aumentando la competitività dei servizi ai turisti per attrarre più affari verso gli hotel.

Il risultato non è mancato con un costante incremento di visitatori. Dal 2005, il numero di passeggeri è aumentato di anno in anno.

"Nel 2012 ha raggiunto quasi 2.5 milioni di persone.  Nell'anno 2013, gli arrivi internazionali hanno raggiunto quasi  2.6 milioni di persone. Il settore ha registrato risultati molto positivi  per numero di pellegrini e turisti , anche in termini di turismo domestico. Durante l’anno 2014, il numero degli arrivi internazionali si è assestato a 2.5 milioni di persone, mentre il turismo domestico ha raggiunto il record di quasi 90.000 persone" aggiunge Salameh.

Insieme con Russia e Polonia, l'Italia è uno dei primi 4 mercati per visitatori della Palestina: sono oltre 60.000 gli italiani che hanno scelto nel 2014 la Palestina come meta per un loro viaggio.  Con questo sviluppo nel settore, la Palestina continua ad attrarre visitatori  provenienti da altri paesi come la Gran Bretagna, Francia, USA, Giappone, Spagna, ed anche nuovamente da Nigeria, India , Indonesia, Ucraina , Corea,  Slovacchia , Grecia e Romania.

La Palestina ha partecipato alla Bit 2015 di Milano. Il Ministero del Turismo e dell’Antichità ha inviato una delegazione ministeriale e operatori del settore turistico private che hanno presentato nuovi itinerari in una delle terre più ricche di storia al mondo e più significative per la storia dell'intera Umanità.   
Milano, 23 febbraio 2015


> Palestina su Ipad
> Palestina su GIORNALE SENTIRE
 

Viaggi

Viaggi

banner.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg viaggio_2.jpg banner_hotel.jpg logoViaggiareSicuri.jpg