Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Annunci

Il basket che non ti aspetti

Il basket che non ti aspettiusa_questa-001.jpgRampolla_Falcetti.jpgbasket.jpgvibrazioni.jpg
Libri per pensare

di Mariella Morosi - Questo libro di Pino Rampolla è senza testo, fatto solo di fotografie ed è  dedicato al basket in carrozzina. I protagonisti sono  i giovani campioni della Fondazione Santa Lucia di Roma, di altissima specializzazione nella riabilitazione neuromotoria.

Questo tipo di basket  è uno degli sport riservati ai portatori di handicap, quelli che per una disabilità causata da una malattia, da una mutilazione o da incidente devono affidare la loro mobilità ad una carrozzina.

Eppure è un libro che comunica gioia, voglia di vivere, in cui l’ultima delle intenzioni è suscitare pena. Sono invece le “vibrazioni”, quelle che hanno dato il titolo all’opera,  che raggiungono subito chi lo sfoglia e lo portano in un mondo poco conosciuto di persone straordinarie. Non conosciamo i giovani raffigurati nello sforzo dell’azione, né sappiamo come vivono la loro disabilità, e neppure se la vita li abbia in qualche modo risarciti di un’offesa intollerabile. Tornano ad essere, però, negli attimi cristallizzati dalle foto, come tutti gli altri giovani tesi nello sforzo, impegnati a raggiungere una vittoria che – questa sì- hanno tutto il diritto di conquistare. 

Anche se sono le rotelle a consentire la corsa sul linoleum del campo, vivono le fasi del gioco come tutti gli altri atleti cosiddetti “normodotati”,  termine questo che forse fa riflettere più di “disabili”. C’è la strategia del passaggio del pallone, lo sforzo dell’azione, la rabbia di un fallo ritenuto ingiusto, la gioia di aver fatto canestro.

Le regole di questo basket sono più o meno le stesse di quello giocato nei normali campionati, quindi prevede competizione e infiniti modi di esprimere la propria creatività. Ragazzi e ragazze volano nel campo, avanti e indietro, le carrozzine spariscono allo sguardo del pubblico, conta solo il gioco, le sue regole e le sue strategie.
Lo ha detto la giornalista Emanuela Falcetti che da anni si occupa di problemi sociali, alla presentazione del volume a Roma, alla Protomoteca del Campidoglio, insieme all’autore Pino Rampolla e a Luigi Amadio, il direttore del Santa Lucia. 

Gemma Azuni, consigliera di Roma Capitale e impegnata a sostenere i diritti dei cittadini più deboli dice: lo sport è un diritto di tutti.  In prima fila c’erano i giocatori in carrozzina (< nella foto a fianco) orgogliosi di essere protagonisti di un evento che vuole rappresentare davvero “la magia del basket”. “Vibrazioni” è un libro che va sfogliato senza fretta, soprattutto da chi non è addentro al mondo dell’handicap e che talvolta  lo respinge. C’è spettacolarità, agonismo, ma anche la solidarietà, l’aiuto all’avversario caduto, le lacrime di una vittoria sfumata. Sono solo le immagini a parlare.

Bellissime quella in cui si vede una scarpa infilata nella borsa della carrozzina –una sola perché purtroppo l’altra non serve- e quella in cui un giocatore bacia la palla prima di fare canestro. C’è quella in cui un bimbo gioca sulla carrozzina del suo giovane padre che si appresta ad entrare in campo e quella dei tifosi che urlano e incitano con tamburelli e tric trac. Colpiscono anche le immagini delle carrozzine, che diventano nel gioco parte degli atleti, ammucchiate o usate come carrello per trasportare le bibite. Comprendiamo perché Pino Rampolla nel suo libro fotografico non ha voluto neppure una parola di testo. Non servono, bastano quelle vibrazioni a farci entrare in un mondo tanto lontano dalla nostra normalità.

E poi questi ragazzi Rampolla li conosce bene, perché li ha  seguiti nei campionati e nelle Coppe dei campioni in Italia, Germania, Svizzera, Turchia e Spagna.  Luigi Amadio, direttore della Fondazione ha concluso l’evento al Campidoglio ringraziando  l’autore del libro e gli atleti. Forse più di tante parole questa iniziativa dimostra l’impegno di una struttura di eccellenza impegnata da anni a curare e restituire alla meravigliosa normalità della vita le persone colpite da handicap di vario genere.

Quello che però non dice è lo scarso riconoscimento da parte delle istituzioni e la mancanza di risorse che negli ultimi anni ha messo a rischio la stessa attività della Fondazione e l’impegno di medici, ricercatori, fisioterapisti e infermieri.  Il ricavato della vendita del libro andrà all’ANT, l’Associazione per l’assistenza socio- sanitaria gratuita ai sofferenti di tumore.

Alla presentazione sono intervenuti  anche Ferdinando Zappile, presidente Nazionale FIPIC,  la Federazione Italia del Basket in Carrozzina, Mario Dany De Luca, il  vice presidente SSD del Santa Lucia, Pasquale Barone del CIP, il Comitato Italiano Paralimpico, e il giornalista Gabriele Santoro. Applaudissimo, c’era anche l’allenatore della squadra Carlo di Giusto, commosso per quelle immagini così vere dei suoi ragazzi, di cui conosce forse i momenti più intimi, della competizione e della delusione.

 

“Vibrazioni - La Magia Del Basket In Carrozzina”
Di Pino Rampolla
112 Pagine. 10 Euro.

Annunci

Annunci

OS_5xmille_185x190.gif colore_rosso.jpg 185x190.gif viaggio_2.jpg banner_gusti.jpg banner_hotel.jpg