Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Vienna tra Durer, Sissi e Napoleone

Vienna tra Durer, Sissi e NapoleoneVienna_7.jpgVienna_4.jpgVienna_1.jpgVienna_5.jpg
La storia in mostra

di Giovanna Dal Magro -  La  storia  viene ricordata con mostre  specifiche  ed eventi mirati:  la tradizione dei balli così indissolubilmente legata a Vienna viene rivissuta con oltre 450 balli all’anno  tra  aristocratici  e popolari. 

Nel mese di aprile  una rassegna verrà inaugurata in memoria dell’indimenticabile imperatrice Sissi e si potranno ammirare alcuni abiti , biancheria ,  si chiamerà Seta-Pizzi-Ermellino al Museo di Sissi alla Hofburg.

Al Museo MAK di Arti applicate/Arte contemporanea  esposizioni di artigianato artistico e design, percorsi di Modernismo e una Mostra per l’ottantesimo compleanno del celebre architetto Hans Hollein molto conosciuto anche in Italia per essere stato per anni il curatore della Biennale austriaca di Architettura.

Nei prossimi mesi primaverili verrà ultimata la nuova area shopping di lusso il Goldenas Quartier.  Il quartiere dorato  nel centro storico è un ampliamento della zona shopping racchiusa tra Kohlmarket e Karntner Strasse  ed entrambe zone pedonali con il Parco della Reggia di Schonbrunn ed eleganti hotel.

Sulla sponda sinistra del Danubio il più elevato edificio austriaco progettato da Dominique Perrault ospiterà 253 camere suite del Mélia Vienna e al cinquantottesimo piano il roof top bar e ristorante  con la vista spettacolare che si può facilmente immaginare. E ancora il Ruby Sofie Hotel, l’Hotel Park Hyatt, e Motel One tutti luoghi dove benessere, classe, ristorazione saranno al massimo dell’eccellenza.  

Ma l’evento più  interessante  è "Durer e Napoleone" mostra che dal 14 marzo fino al 29 giugno 2014 è allestita all’Albertina.  Per la prima volta in assoluto si potranno ammirare 150 capolavori provenienti dalla collezione del duca Alberto di Sassonia-Teschen . 

La sua ben nota attività di collezionista che svolse per mezzo secolo gli fece raccogliere dipinti celeberrimi di Raffaello, Michelangelo, Leonardo, Bruegel, Rembrandt  e Friedrich e nel 1774 convinse il Conte Durazzo allora ambasciatore austriaco a Venezia a consegnargli  parecchie migliaia di disegni che costituiscono tuttora il patrimonio principale dell’Albertina. Potranno essere ammirati anche i due famosissimi  disegni  di Durer, le Mani giunte in preghiera e il Leprotto, icona dell’Albertina che dopo dieci anni potranno essere nuovamente ammirati.

Altre sale espositive racconteranno la storia della vita del fondatore dell’Albertina Alberto e della moglie Arciduchessa Maria Cristina con busti che li raffigurano, documenti, opere e anche il cappello portato da Napoleone  nella battaglia di Eylau.

Vienna occupa il terzo posto nella classifica europea delle Smart city che si applica a città che utilizzano le risorse in modo intelligente ed efficiente, usano tecnologie innovative, migliorano la qualità della vita e operano  nel rispetto dell’ambiente e dunque una città da cui prendere esempio.
10 marzo 2014






< testo e foto di Giovanna Dal Magro

Viaggi

Viaggi

banner.jpg colore_rosso.jpg 185x190.gif banner_gusti.jpg viaggio_2.jpg banner_hotel.jpg logoViaggiareSicuri.jpg