Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Lefkosia è easy e...trendy

Lefkosia è easy e...trendynicosia_citt_9.jpgnicosia_citt_10.jpgnicosia_citt_13.jpgnicosia_dallalto.jpgNicosia-Makarios.jpgnicosia_citt_17.jpgnicosia_bike_id.jpg
Nicosia piace

E' una città che, come Berlino, sta diventando meta di artisti e creativi. Siamo però in piano Mediterraneo, nella capitale di Cipro. Il volto di Lefkosia - che noi chiamiamo Nicosia -  coniuga vecchio e nuovo, combinando un moderno centro economico e commerciale con una cultura antica di secoli.  Oggi la città ha un volto nuovo,  Molti i bistrot e le vecchie case tradizionali cje - abbandonate per anni - sono state restaurate secondo lo stile cipriota e ora vivacizzano i quartieri della città.

Nicosia è non solo easy (cioè facile da girare per il turista come scriviamo più avanti), ma anche trendy perchè lungo le vie Ledra e Onasagoru sono nati numerosi locali, piccoli negozietti e laboratori di giovani artisti. Gli artisti stanno dimostrando sempre maggiore interesse per questa parte di città e quasi a sanare le sue ferite, la rianimano con la propria creatività. Per strada si incontra la designer e lo stilista.

C'è il pub che a sera rimpie le viuzze con la musica dal vivo, il controllo a distanza degli occhi turchi sembra ben tollerato (e tollerante). Una vetrina di bici mostra la straordinaria inventiva di un giovane di origini slave, David Petrek, che ha scelto di vivere a Cipro: assembla la sue coloratissime biciclette, con pezzi provenienti da vari paesi. Ha chiamato il suo negozio Bike Id. All'interno ci sono bici formose, old style, sembrano Bici-Custom, scintillanti nei raggi, ricercatissime nello stile. E la sua vetrina old-style richiama l'attenzione di passanti e turisti.

Anche Fabio Petrolillo è uno straniero di Nicosia. Lui è un italiano che ha scelto di vivere a Cipro lasciandosi alle spalle la city milanese dove per anni ha lavorato come brocker dell'alta finanza. Sull'isola era giunto sull'isola solo per imparare la lingua. Ci è restato. Oggi lavora come guida per turisti italiani, inglesi, tedeschi.

Nella zona greca che era stata abbandonata all'indomani dell'occupazione turca del 1974 e dei sanguinosi scontri che ne erano venuti,  le case stanno conoscendo una nuova giovinezza: vengono restaurate e ri-abitate, si installano laboratori e atelier.
Creativi e artisti hanno eletto il centro storico, a ridosso della Green Line, come proprio quartier generale. Un pò come è accaduto a Berlino: le case fatiscenti costavano poco, ora sono improvvisamente balzate di valore  e il quartiere è "a la page".

Il centro è rappresentato dalla città vecchia, circondata da mura di cinta veneziane, con un fossato e bastioni a forma di cuore. Da visitare in questo periodo la prima mostra internazionale sulla Natività alla A.G. Leventis Gallery. Inaugurata lo scorso 5 dicembre resterà aperta fino al 2 Marzo 2015.


< foto la città dall'alto con il suo cuore
racchiuso nelle mura veneziane



Ben  17 musei e diverse collezioni private si sono messe in rete ed hanno prestato alla fondazione Leventis una variegata collezione di dipinti e opere che descrivono la Natività secondo la tradizione bizantina, l’arte medievale occidentale (fino al 17° secolo) e dal  barocco al modernismo. La mostra non è solamente interessante per l’accurata selezione di opere, ma per il fatto che è la prima volta che un museo approccia questo tema in tale maniera. 

Nicosia è anchè easy: chi va a Cipro può usufruire di passeggiate guidate gratuite organizzate dall’Ente Nazionale per il Turismo di Cipro ogni lunedì e giovedì.  Il tour “Pallouriotissa & Kaimakli” si può fare sia in bus che a piedi. Il tour accompagna i visitatori in due quartieri di Lefkosia al di fuori delle mura  visitando laboratori artigianali e chiese. Oppure si può prendere parte al  tour per scoprire la capitale all’interno delle mura e di come si è sviluppata nel corso dei secoli ponendo particolare enfasi sull’architettura della città, dal Medioevo ai giorni nostri. I partecipanti hanno anche l’opportunità di visitare negozi e botteghe. Entrambi durano 2 ore e 45 minuti ed osservano mezzora di sosta e metà della gita.

E' il modo migliore per girare in libertà e capire anche le metamorfosi subite dalla città nonchè la grande ricchezza culturale espressa dalla capitale cipriota.
cp -  gennaio 2015







I reportage di SENTIRE
Cipro, sulle orme di Paolo e Barnaba  - di Corona Perer


VISIT CIPRO:
www.turismocipro.it
www.leventisgallery.org





 

Viaggi

Viaggi

banner.jpg 185x190.gif colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg viaggio_2.jpg banner_hotel.jpg logoViaggiareSicuri.jpg