Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

La Zurigo post-industriale č trendy

La Zurigo post-industriale č trendyZurich_6.jpgZurich_2.jpgZurich_3.jpg
di Giovanna Dal Magro

Vecchi, sgarruppati, cadenti, grigi. Sono i relitti di molte periferie urbane: fabbriche dismesse, luoghi che un tempo brulicavano di attività e mani operose. Riportare questi pezzi di storia a nuova vita è compito dell'Archeologia Industriale. Nuovi "abiti"  e nuove funzioni. E' stato così anche per il quartiere occidentale di Zurigo, protagonista di una mini-rivoluzione.

Una delle trasformazioni più recenti e molto interessanti è quella del quartiere West di Zurigo. Qui si respira un’aria internazionale densa di rimandi creativi, architettonici e artistici, che proviene da strutture industriali che nella conversione, avvenuta successivamente, non hanno perso la forza della loro storia.

Una delle prime fabbriche svizzere ad insediarsi in questo quartiere fu nel 1890 la Escher-Wyss, che progettava ruote idrauliche, turbine e battelli a vapore; a tale fabbrica se ne aggiunsero presto altre, come quelle del sapone e delle ruote dentate.

Negli anni Ottanta l’industria subì un tracollo e molte ditte chiusero i battenti o si trasferirono, lasciando così liberi enormi spazi che stimolarono la creatività di architetti e designers.

Ora nella Zurich-West si incontrano teatri, atelier d’arte, a volte nello stesso spazio condiviso con un ristorante; poi studi fotografici, uffici, studi televisivi, di grafica, oltre a bar, lu...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Viaggi

Viaggi

Isgr.jpg banner.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg banner.jpg DECENNALE.jpg logoViaggiareSicuri.jpg