Scienza, Ambiente & Salute

Albina il bollettino valanghe dell'Euregio

Obiettivo: mettere in rete i servizi prevenzione valanghe

Si chiama "Albina" ed è un bollettino valanghe valido per tutto il territorio dell’Euregio. Il primo ad avere carattere internazionale e quotidiano, in più lingue e a disposizione di tutti gli appassionati degli sport invernali. L'investimento ha avuto un budget di circa 915.000 euro, sovvenzionato da finanziamenti da parte di Interreg di circa 676.000 euro, per una durata di 30 mesi.

E' il primo esempio del genere a livello mondiale e permetterà di avere bollettini e previsioni valanghe sovraregionali sempre aggiornati per tutto il territorio dell’Euregio, a disposizione gratuitamente di tutti gli scialpinisti e i frequentatori della montagna in inverno sul sito www.valanghe.report.

Il tutto è frutto del progetto trilingue Lawinen.report, Valanghe.report o Avalanche.report con fondi europei Interreg Italia-Austria e in collaborazione con il GECT e l'Istituto di Geografia e ricerca regionale dell’Università di Vienna.

Il nuovo sito è stato presentato a Bolzano dove è stato sottolineato come questo progetto innovativo porti - per la prima volta al mondo - un bollettino con previsioni valanghe transfrontaliero per garantire la massima sicurezza per gli scialpinisti e gli sportivi che frequentano la montagna durante l’inverno, anche in considerazione del crescente successo delle attività outdoor fra la popolazione in genere: i dati parlano di oltre 10 milioni di turisti dello sci a livello di Euregio, di cui oltre 700.000 praticano lo scialpinismo.

A partire da quest'inverno il sito www.valanghe.report pubblicherà regolarmente bollettini valanghe riguardanti l’intera Euroregione, con carte aggiornate su condizioni della neve, spessore del manto nevoso, temperatura dell’aria e andamento dei venti. Gli esperti di valanghe delle singole regioni con l’aiuto di un sistema informatico automatizzato metteranno a disposizione sulla pagina web i dati derivanti dall’analisi delle informazioni provenienti dal servizio meteo delle tre regioni, dalle previsioni del tempo e delle precipitazioni nevose, delle caratteristiche della neve e delle valanghe che si verificano sul territorio interessato.

Il progetto è stato coordinato da Christoph Mitterer e Norbert Lanzanasto del servizio valanghe del Tirolo e da Alex Boninsegna per il servizio altoatesino, con l’intento di mettere in rete il lavoro dei tre servizi di previsione valanghe delle tre regioni alpine a cavallo del Brennero.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)