Viaggi & Reportages

Alpine Pearls, 25 gemme del turismo alpino

Le località pioniere del turismo sostenibile sulle Alpi

Il turismo sulle Alpi non conosce crisi, anzi. Milioni di auto si riversano ogni anno sulle montagne, generando un impatto ambientale di notevole portata. Un’ottima ragione per spingere 25 località di 6 diversi stati alpini a collaborare sotto il marchio dell’associazione "Alpine Pearls" per la promozione di un turismo sostenibile sulle Alpi.

Delle 25 località ben 11 sono in Italia: Ceresole Reale, Chamois-La Magdeleine, Cogne, Forni di Sopra, Funes, Limone Piemonte, Malles, Moena, Moso in Passiria, Racines, Valdidentro

Le 25 Perle delle Alpi si impegnano ad offrire vacanze ecocompatibili all’insegna della mobilità dolce. La rinuncia alla propria automobile non è affatto un handicap, consente anzi di vivere esperienze indimenticabili a contatto con la natura. Oltre ai mezzi pubblici locali, servizi shuttle, auto e bici elettriche, carrozze con i cavalli e altri veicoli ecocompatibili garantiscono piena libertà di movimento.

Le Perle delle Alpi cooperano su tutto l’arco alpino per offrire un prodotto turistico di elevatissima qualità, senza incidere sull’ambiente, seguendo un elaborato catalogo di criteri che ne fissano al contempo filosofia e norme.

Nelle località Alpine Pearls si può arrivare comodamente in treno o in autobus e ci si può dedicare a una serie di divertenti attività: dal trekking al nordic walking, dalla bici alla mountain bike, dall’equitazione agli sport acquatici, dalle ciaspole allo sci di fondo. L’auto insomma non serve, anzi: chi la lascia direttamente a casa o chi non la usa durante la vacanza, consegnando le chiavi in hotel o all’ufficio turismo, usufruisce di una serie di vantaggi.

L’associazione verifica costantemente l’adempimento del catalogo dei criteri da parte delle località socie, alle quali offre la chance di promuoversi con un marchio forte e un’immagine positiva.

Grazie all’intenso scambio di esperienze, inoltre, ciascuna località può prendere spunto da quanto già attuato in altre Perle per ottimizzare la pianificazione del traffico locale o la logistica legata all’arrivo degli ospiti, migliorando costantemente la varietà e il livello dei prodotti offerti. Ciascuna Perla è inoltre chiamata a specializzarsi in uno o più segmenti di offerta della mobilità dolce (Perle Premium): dalla MTB allo sci di fondo, dal trekking alle ciaspole per garantire ai turisti una qualità di vacanza ancora più elevata per svolgere le attività che prediligono.


Le Perle delle Alpi (socie di Alpine Pearls) sono:
Germania: Bad Reichenhall, Berchtesgaden
Austria: Hinterstoder, Mallnitz, Neukirchen am Großvenediger, Weissensee,                       Werfenweng
Svizzera: Arosa, Disentis-Muster, Interlaken, Les Diablerets
Francia: Val Cenis
Italia: Ceresole Reale, Chamois-La Magdeleine, Cogne, Forni di Sopra, Funes, Limone Piemonte, Malles, Moena, Moso in Passiria, Racines, Valdidentro
Slovenia:  Bled, Bohinj

 

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)