Attualità, Persone & Idee

Brexit, ecco il mio kit di sopravvivenza

Scoprire che l'Ace non è varechina, ma profumo di patria

C' è una  cosa molto importante, vitale che consiglio ad ogni futuro emigrante, non è universale e non la trovi pronta nei supermercati  è personale e devi aprirlo solo nei momenti di bisogno, sto parlando del kit di sopravvivenza. Quando sono arrivata qui ne ero sprovvista ed è stato una tragedia!

Non potete minimamente immaginare cosa sia stato per me andare a fare la spesa, girare e rigirare nei reparti non capendo niente, anche perche il mio inglese era pessimo. Macinavo km per tornare a casa delusa per non aver trovato quello che cercavo. Tornavo e...ogni giorno lo stesso percorso, a volte controllavo anche piu di un supermercato al giorno, l'ho fatto per anni nella speranza che come per magia quello che cercavo apparisse tra gli scaffali, ma niente: ogni volta era un giro perso. 

Mi rassegnavo e compravo le cose che a vista sembravano normali, ma che non lo erano affato! Quante scoperte meravigliose ho fatto qui! Tornare a casa preparare la pasta e farla scotta, perchè hai comprato la super pasta, quella che cuoce in due minuti, nemmeno il tempo di calarla che deve essere scolata, e chi ne sapeva l'esistenza. Comprare un salame dall'aspetto appetitoso, tagliarlo a fette e sentire una puzza tremenda, leggere l'etichetta e scoprire tra gli ingredienti del formaggio puzzolentissimo. Ma chi mette il formaggio nel salame?  Comprare il burro e non sapere quale scegliere perche esiste il burro con il sale e quello senza.

Ma la cosa che mi ha maggiormente sconvolta è andare al reparto per dolci e non trovare il lievito, quello che tutte le massaie usano per fare dolci soffici e alti. In questo caso non lo vedevo io, perche` ho scoperto che c'era ma sotto sembianze diverse.

C'è una cosa che cerco da sei anni ed è la fecola di patate, non mi rassegno ancora, sembra non esista qui, anche se sono sicura che  prima o poi con tutte queste patate che producono la troverò. Il miracolo avverrà, anche perchè qualche giorno fa ho trovato la candeggina, esposta in vetrina. Alla mia vista non era una semplice bottiglia di plastica, sembrava il piu luminoso dei diamanti, quasi con le lacrime agli occhi sono corsa a comprarla.

Per alcune cose ci ho messo una pietra sopra, faccio la scorta in Italia e quando torno conservo tutto nel mio kit di sopravvivenza.  In questo periodo sono eccitata perchè è arrivato il momento di tirare fuori il più magico dei baratttoli, che contiene un ingrediente unico: il grano cotto per la pastiera! Anche quest' anno in casa Russo ci sarà la pastiera, rispettando la tradizione.  Tutto questo solo grazie al mio kit di sopravvivenza.


www.margheritavitagliano.eu

 


Autore: Margherita Vitagliano

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)