Attualità, Persone & Idee

Happy New...Brexit

Made in Brexit - di Margherita Vitagliano

Lo so: l'anno è appena iniziato ma qui (almeno per me) sono ormai cinque anni abbondanti che festeggio il primo dell’anno non a gennaio ma l’ultima settimana di luglio. Ovvero quando si ritorna a casa, si torna a vivere, sentire sapori, vedere colori, udire rumori, perdere tempo nei contatti umani e... si fa la somma di un altro anno trascorso nel limbo con un mantra che fa parlare di sé tutti i santi giorni: la Brexit.

Brexit in tutte le salse, si è partiti con una hard Brexit e adesso salta fuori che ci potrebbe essere una soft Brexit. Apriti cielo! Piovono dimissioni tra cui quelle di Boris Johnson che ha abbandonato la nave dicendo: The Brexit dream is dying! But the nightmare continues. Addirittura si pensa ad un nuovo referendum.

Le news della BBC parlano degli europei che stanno lasciando il paese, e guarda caso hanno intervistato una famiglia italiana, pronta a ritornare per sempre in Italia, spaventata da un futuro incerto.

Please, e fatelo questo accordo! Ormai questa parola è entrata anche nei miei sogni. Da qualche tempo ho un incubo ricorrente, andare al reparto formaggi e non trovare il parmigiano e il pecorino. Non potrei vivere senza, perché a casa mia senza questi formaggi non si cantano messe.

Speriamo che qualcosa cambi e posso finalmente avere sogni sereni. Ricordate siete ancora in tempo, It’s not  a done deal! Happy New year my friends.


Autore: Margherita Vitagliano

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)