Attualità, Persone & Idee

Made in Brexit: qualcosa...funziona!

di Margherita Vitagliano

Dopo cinque anni credo sia arrivato momento, di smetterla di rimpiangere tutte le cose belle che ho lasciato in Italia, è ora di crescere di non guardarmi allo specchio e rivedermi bambina, anche perché gli anni passano anche per me.

Chiudiamo il capitolo Italia e iniziamo a pensare a tutte le cose belle che ho trovato qua, tranquilli non ci metterò molto tempo anche perché si possono contare sulle dita di una mano. Naturalmente sto scherzando ce ne sono di cose belle anche qui solo che non riuscivo a vederle, la mia vista era offuscata dai ricordi, dalla mancanza di sole e qualche nuvola di troppo. Ma ho capito che soffiando le nuvole si spostano e appare il sole, splendente.

Prima in classifica si trova il Refund. In Italia te lo puoi sognare il refund, ma nel regno di sua maestà il consumatore è sempre al primo posto ed ha un potere sovrannaturale. Ha il potere di far tremare il general manager solo dicendo ho cambiato idea rivoglio i miei soldi indietro, e come per magia in un attimo i tuoi soldi riappaiono sul conto corrente.

Refund questa è una delle parole più belle che è al servizio del consumatore…Voi non ci crederete ma dopo aver macinato km per quasi due mesi le mie scarpe si sono rotte, nessun problema vai al negozio e ti ridanno un voucher dello stesso prezzo delle  scarpe. L’aspirapolvere fa troppo rumore?  Qual è il problema vai al negozio e la riporti indietro, money back garantiti!

Hai comprato un vestito, lo hai utilizzato sei andato a una comunione, cresima, matrimonio, semplicemente non ti piace più tranquilli c’è il refund! Basta dire "I have changed my mind". E come per risposta ricevi: nessun problema gradisce il refund? Insomma puoi tornare in dietro senza conseguenze.

Non è una vergogna cambiare idea, ritornare sui propri passi anche se si è commesso un errore, dagli errori s’impara sempre, ma l’orgoglio quello no quello ti distrugge.

In questo momento qui in Inghilterra vedo tanta incertezza e paura, paura di aver commesso uno sbaglio con questa brexit, ma di non volerlo ammettere solo per orgoglio.Ci dovrebbe essere un refund anche con la brexit e money back garantiti!

Si salva l’Europa e si salva il Regno Unito, e come disse la saggia May ''tutto con rispetto''. Meritiamo rispetto, purchè sia reciproco.


Autore: Margherita Vitagliano

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)

Articoli correlati