Scienza, Ambiente & Salute

Fotografato il primo buco nero

Aveva ragione Einstein con la teoria sulla relatività

Una struttura ad anello con una regione centrale dalla quale non arrivano fotoni, ossia radiazione elettromagnetica, nessuna forma di luce. È l'ombra del buco nero al centro di M87, una enorme galassia nel vicino ammasso della Vergine (e non, come ci si attendeva, di quello al centro della Via Lattea, Sagittarius A). E' la prova provata di un buco nero, di più dicono gli esperti: è la foto del secolo che arriva da 55 milioni di anni luce.

Einstein l’aveva capito esattamente cento anni fa quando descrisse le onde gravitazionali, che costituiscono il caposaldo della Teoria della relatività generale. Ma non aveva potuto rilevarle. Poi le onde gravitazionali hanno conquistato il Nobel assegnato ai tre fisici americani Rainer Weiss del Massachusetts Institute of Technology, Kip Thorne e Barry Barish del California Institute of Technology.

Le onde gravitazionali furono osservate dall'antenna americana Ligo alla quale lavoro un gruppo di fisici delle unversità di Trento e Padova.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)