Arte, Cultura & Spettacoli

Claude Monet, ritorno in Riviera

Dopo 135 anni tornano a Bordighera e Dolceacqua tre dipinti: lì furono realizzati

"Ho l’impressione che farò cose meravigliose". Claude Monet non aveva dubbi quando 135 anni fa arrivò in Riviera, dove soggiornò tra Bordighera e Dolceacqua. Qui stanno per tornare tre straordinari dipinti del grande artista francese. Arrivano proprio nel luogo dove furono realizzati.

Grazie a questo "ritorno", Claude Monet è protagonista insieme a un territorio straordinario, definito da lui stesso un “paese fiabesco”.  Un percorso espositivo che dal 30 aprile al 31 luglio 2019, presenta fotografie, lettere e video multimediali. Il progetto “MONET, RITORNO IN RIVIERA” è reso possibile dalla collaborazione con il Musèe Marmottan Monet di Parigi attraverso il prezioso lavoro della sua curatrice,  Marianne Mathieu, e dalla disponibilità di Sua Altezza il Principe Alberto II di Monaco.

Provengono dal Musée Marmottan Monet due dei tre dipinti in esposizione, “Le Château de Dolceacqua” e “Vallée de Sasso. Effet de soleil”. Il terzo dipinto, “Monaco, vu de Roquebrune” proviene dalla Collezione Privata dei principi Grimaldi.

I tre dipinti, tutti realizzati nel 1884 durante la permanenza dell’artista in Riviera, saranno esposti in due sedi: “Vallée de Sasso” a Villa Regina Margherita a Bordighera che, per l’occasione, verrà riaperta al pubblico con un percorso dedicato di grande suggestione, mentre “Le Château de Dolceacqua” e “Monaco, vu de Roquebrune” saranno esposte presso il Castello Doria di Dolceacqua.

La mostra, promossa dai Comuni di Bordighera e di Dolceacqua con il sostegno della Regione Liguria, della Compagnia di San Paolo e di Permare s.r.l., sarà visitabile al pubblico fino al 31 luglio, con un unico biglietto per entrambe le sedi.

 


CLAUDE MONET, RITORNO IN RIVIERA
In mostra a Bordighera e Dolceacqua
30 aprile – 31 luglio 2019

 

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)

Articoli correlati